4shared
7.7 C
Napoli
mercoledì, 19 Gennaio 2022

Renzi su Bassolino: “Non si scappa con il pallone”

Da non perdere

La questione relativa alle primarie a Napoli non sembra ancora esser arrivata ad un punto di svolta. Molte le reazioni suscitate dallo scandalo dei brogli politici che hanno portato Valeria Valente ad ottenere la maggioranza dei voti: contro questo episodio finito tra le cronache nazionali, rimane in prima linea lo sconfitto Antonio Bassolino che ha manifestato il proprio dissenso. Dure le parole del candidato sconfitto, che in un recente incontro con i suoi sostenitori al teatro Augusteo ha chiesto espressamente ai vertici del Pd di sostenerlo: “Ora i vertici del partito e di Palazzo Chigi riflettano e intervengano. Io attendo con fiducia l’esito del nuovo ricorso”. La reazione del premier Matteo Renzi non è stata certo all’altezza delle aspettative dell’ex sindaco di Napoli: prima il ricorso rigettato, poi l’invio a Napoli dell’intermediario Lorenzo Guerini, poi la tiepida accettazione delle ragioni di Bassolino ammettendo che “forse qualche irregolarità c’è stata”.

Davanti alla platea dei giovani democratici da formare Classedem, il Premier ha menzionato il caso partenopeo, ammettendo che l’inchiesta sui brogli elettorali ha chiaramente messo in luce delle irregolarità che dovranno essere analizzate valutandone i ricorsi. Insomma, secondo Renzi, anche se l’inchiesta giornalistica è stata positiva, essa non può essere impugnata dal candidato sconfitto come manifestazione della sua vittoria elettorale. Le irregolarità dunque, non possono essere utilizzate come scuse per chi ha perso per dire che ha vinto. “Chi perde non scappi via con il pallone”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli