Reina: “Non parliamo più di Higuain”

Il portiere azzurro carica: "Sono sicuro che Milik possa aiutarci molto, è un professionista esemplare"

reina_Attilio_Scalesse_21secolo
reina

Reina è in ritiro con la Spagna dove sta preparando la partita d’esodio nelle qualificazioni a Russia 2018 contro il Liechtenstein, le furie rosse sono inserite nel girone d’Italia. Il portiere del Napoli è stato intervistato da Il Mattino, ecco riportate le dichiarazioni più significative.

HIGUAIN – Non credo ci sia bisogno di parlare ancora di Gonzalo, posso dire solo che senza il Pipita tutti gli attaccanti possono fare del loro meglio e realizzare più gol. Magari ci penserà Callejon come già accaduto nel mio primo anno a Napoli”

CHAMPIONS LEAGUE – “Vedo un girone competitivo ed equilibrato, tutti possono vincere con tutti. Sulla carta la squadra favorita è il Benfica, la trasferta più insidiosa sarà sul campo del Besiktas. Ad Istanbul ci ho già giocato nel 2007 con il Liverpool e all’ingresso in campo ci rendemmo subito conto di quanto quell’ambiente fosse infernale e difficile da combattere”

PROBLEMI DIFENSIVI NAPOLI – “La retroguardia non è composta solo dai difensori e dai centrocampisti. Siamo ad inizio  stagione e sono convinto che cresceremo come già accaduto nella passata stagione quando per una lunga serie di partite non subimmo gol. Koulibaly? E’ rimasto ed è una notizia importantissima, per noi è un giocatore chiave

MERCATO – “Sarà una stagione lunga ed impegnativa, la rosa mi sembra rafforzata e tutti si possono rendere utili. Milik? Credo possa aiutarci molto, è un calciatore dal carattere ottimo con un comportamento esemplare. Sicuramente farà molto bene”

SPAGNA – Come ogni volta in cui sono stato convocato l’emozione è fortissima. Sono orgoglioso di poter far parte  di questa gruppo e di essere una delle proposte del nuovo ct”

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO