12.8 C
Napoli
domenica, 4 Dicembre 2022

Regione Campania: via agli spostamenti tra regioni

Da non perdere

La Regione Campania, con l’ordinanza n.54 in materia di Coronavirus, riapre agli spostamenti tra regioni.

Secondo l’ordinanza, tutti coloro che arriveranno in Campania tramite l’Aeroporto internazionale di Napoli Capodichino o tramite treni che hanno effettuato collegamenti interregionali, alle stazioni ferroviarie campane come Napoli, Afragola, Benevento, Caserta, Salerno, Aversa, Battipaglia, Capaccio-Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania e Sapri dovranno sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e in caso questa sia uguale o superiore a 37,5°C, dovranno sottoporsi a test rapido ed eventuale tampone. 

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca affida ai singoli comuni l’organizzazione delle postazioni volte alla rilevazione della temperatura, nonché in caso necessario, di un test rapido Covid-19, con l’ausilio della Protezione civile regionale, la Polfer, il Dipartimento di prevenzione della Asl competente, la Croce Rossa e la Protezione aziendale di Rfi per quanto di rispettiva competenza.

Inoltre, in caso di comparsa di sintomi dovuti al Coronavirus, l’ordinanza stabilisce che “si dovrà avvertire il Dipartimento di prevenzione della Asl territorialmente competente e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta.

Diverse sono le disposizioni per l’accesso alle isole del Golfo di Napoli, secondo cui l’ordinanza prevede per coloro che arrivano da fuori l’obbligo di imbarcarsi solamente con traghetti di linea e dalle sole stazioni di Napoli Porto di Massa e Pozzuoli, l’obbligo della prenotazione online con almeno 24 ore di anticipo sulla partenza e l’obbligo di presentarsi all’imbarco un’ora prima per le verifiche previste.

Per coloro che, invece, sono residenti in Campania vige l’obbligo di imbarcarsi unicamente con traghetti e aliscafi di linea dalle stazioni di Napoli Porto di Massa, Napoli Beverello, Pozzuoli, Castellammare di Stabia e Sorrento.

Per quanto concerne i trasporti, l’ordinanza dispone l’attivazione dei servizi di trasporto pubblico locale di linea terrestri e non di linea nella misura del 100% dei servizi programmati in ordinario.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli