Reconquista Real in Copa del Rey

Fresco di esonero di Lopetegui, Il Real ritrova il gol e la vittoria, dopo una serie disastrosa di sconfitte, culminate con quella al Camp Nou contro il Barca orfano di Messi.

Un Real Madrid senza successi e senza gol, soprattutto fa sempre scalpore. E la serie negativa, culminata con la sonora batosta in casa dei Blaugrana ha pesato e molto nell’animo delle “merengues”.

Dopo l’addio di Ronaldo e Zidane, certamente, a livello tattico, il dream team doveva cambiare, ma con l’innesto di Lopetegui le cose non sono andate come si sperava.

Nella notte di Halloween, però , sono tornati a veder la luce gli uomini dell’ Armada Blanca di Bale, Kross e Ramos.

Con il nuovo innesto in panchina di Santiago Solari,  forse momentaneo, forse no, il Real ha espresso nuovamente quel calcio di cui eravamo abituati fino allo scorso settembre, imponendosi con un sonoro 0-4 in casa del Melilla, squadra di Segunda Division B.

Il match, valido per il passaggio agli ottavi di Copa del Rey, ha visto andare in rete nel primo tempo Benzema (28′) e Marco Asensio (45′).

Stesso discorso nel secondo tempo, dove le merengues hanno cavalcato ininterrottamente la gara, calando il poker con Odriozola (78′) e Gonzales (92′) .

Una vittoria che fa certamente bene allo spirito del Real, che risponde bene dopo le parole dettate alla stampa ispanica da parte di Santiago Solari, il quale aveva chiesto ai suoi di “cacciare gli attributi”.

Solari, come lo stesso ex Zizou, fece parte di quel dream team divenuto leggendario per il cacio europeo composto da nomi quali Ronaldo, Roberto Carlos e Raùl, che dominò il calcio tra fine anni 90′ e inizio 2000.

E, nonostante l’idea Antonio Conte sia declinata da parte della dirigenza e del presidente Perez,  sembra che sia la svolta consona per tornare a essere “los galacticos del futbol”.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO