4shared
8.9 C
Napoli
giovedì, 27 Gennaio 2022

Rapina in un market a Ponticelli: fermati tre ragazzi

Da non perdere

Salvatore Nappo
Studio Storia e sono istruttore di calcio qualificato CONI-FIGC. Credo che fare Giornalismo significhi fare due cose: ricerca e inchiesta. Ritengo il calcio l'arte che più si avvicina al senso della vita: nel calcio, come nella vita, puoi studiare mille situazioni di gioco ma alla fine il campo ti metterà di fronte alla 1001esima che non avevi previsto.

Tre ragazzi di 16, 17 e 18 anni sono stati fermati dai Carabinieri della Compagnia di Poggioreale perché accusati di aver commesso una rapina ai danni di un market nel quartiere di Ponticelli (NA). Il GIP ha disposto per i due minorenni l’alloggio in una comunità, mentre sono scattati gli arresti domiciliari per il maggiorenne.

INCASTRATI DAL VIDEO – I Carabinieri sono riusciti ad individuare i tre rapinatori grazie alle immagini a circuito chiuso delle telecamere poste fuori e dentro al market, che hanno catturato sia l’arrivo dei malviventi che i momenti in cui hanno portato via l’incasso del market. Dalle immagini delle telecamere si vedono i tre ragazzi arrivare a bordo di una vettura, presumibilmente rubata. Due dei tre ragazzi escono dall’auto e si dirigono velocemente verso l’entrata del market. Indossano cappellini e cappucci, e maneggiano le pistole che poi useranno per incutere terrore all’interno del supermercato. Giunti all’interno, i due ragazzi minacciano i cassieri con le pistole, mentre le persone presenti in preda al panico scappano con spesa e carrelli. Preso l’incasso, 1.200 euro in tutto, i due rapinatori si danno velocemente alla fuga, raggiungendo l’auto in cui era rimasto il terzo componente della banda. La fuga terminerà di lì a poco, quando i tre si ribalteranno con l’utilitaria. Da qui in poi scappano a piedi. Poco dopo però verranno fermati dai Carabinieri proprio grazie alle immagini delle telecamere. I tre sono accusati di rapina e di detenzione e porto illegali di arma da fuoco.

FENOMENO IN AUMENTO – Già qualche settimana fa noi del XXI Secolo scrivemmo di altri giovanissimi rapinatori che misero a segno due colpi nel giro di pochi minuti in due supermercati. Il fenomeno quindi è in crescita, soprattutto tra i giovani. Ed è soprattutto questo a preoccupare. Ragazzi ai quali non viene trasmesso nessun tipo di valore, ma che probabilmente trovano più che giusto cimentarsi in questi atti, ritenendoli l’unico modo per riscattarsi, sia socialmente che economicamente.

https://www.youtube.com/watch?v=X4I2BWnn8RI

image_pdfimage_print

Ultimi articoli