27 C
Napoli
sabato, 2 Luglio 2022

Ranieri su Sarri: “È un uomo onesto. Juve superiore”

Da non perdere

Salvatore Nappo
Studio Storia e sono istruttore di calcio qualificato CONI-FIGC. Credo che fare Giornalismo significhi fare due cose: ricerca e inchiesta. Ritengo il calcio l'arte che più si avvicina al senso della vita: nel calcio, come nella vita, puoi studiare mille situazioni di gioco ma alla fine il campo ti metterà di fronte alla 1001esima che non avevi previsto.

Claudio Ranieri, allenatore del Leicester, campione d’Inghilterra a sorpresa lo scorso anno, ha rilasciato alcune dichiarazioni subito dopo aver ricevuto il premio Mecenate dello Sporto “Varaldo Di Pietro”, soffermandosi anche sul momento che vive il Napoli e sulle dichiarazioni di Sarri. Subito, però, spazio al capitano della Roma, Francesco Totti: “C’è il Colosseo, c’è San Pietro e poi c’è Francesco Totti. Finché si divertirà, finché vorrà e avrà le motivazioni che lo sorreggono da tantissimi anni, perché smettere? Un giocatore delle sue qualità può ancora giocare per anni“.

sarriPoi si sofferma sulla sfida tra Napoli e Juve per lo scudetto, e sulle dichiarazioni del tecnico azzurro: “Sarri ha ragione sulla Juventus. Ha ragione perché è un uomo onesto e dice la verità, poi dentro di se lotterà e farà di tutto per batterla ma questo non significa che non crede nei suoi giocatori. Un allenatore dice quello che sente, deve promettere la realtà e ora la realtà dice che la Juventus è di un altro pianeta. Che lui tenterà di batterla come farà anche la Roma, questo è sottinteso. La Juventus ha una società che sta raccogliendo quanto programmato, per cui prima di caricare l’ambiente serve una società che riesca a sopportare il peso della Juve”.

“Ventura e la Nazionale? Sta facendo bene, è un ottimo maestro. Io sono sempre positivo ma da allenatore dico sempre diamogli il tempo. Balotelli? Sta facendo bene, lasciamolo tranquillo. Ha il tempo per riprendersi tutto quello che è nelle sue potenzialità“.

In chiusura, una battuta anche sul “No” alle Olimpiadi a Roma: “Non aver fiducia nei nostri imprenditori perché ci sono stati debiti vecchi che non sono stati appianati, mi sembra che sia un passo indietro a livello internazionale. Abbiamo fatto brutta figura“.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli