8.3 C
Napoli
domenica, 5 Febbraio 2023

“Puparuol ‘mbuttunat”: un piatto cult napoletano

Da non perdere

Uno dei piatti cult delle tavole napoletane sono i peperoni ripieni o imbottiti, meglio conosciuti, soprattutto dal popolo partenopeo, come i “puparuol ‘mbuttunat”. Questo è uno di quei piatti che in assoluto caratterizza il pranzo napoletano, soprattutto nel periodo estivo, uno dei tanti piatti che troviamo a casa della nonna la domenica a pranzo e che di regola, almeno per coloro a cui piace, “s’ adda mangià” .

La caratteristica principale di questo piatto è che è nato come idea anti spreco, nelle case più povere, in quanto, il peperone ripieno è nato proprio per il recupero degli avanzi di vari ingredienti, quali la carne, il pane raffermo, le olive e altri ingredienti.

A Napoli, ci sono due versioni, la prima che consiste nelle melanzane condite con acciughe, pan grattato e ingredienti vari, la seconda, ancor più tipicamente partenopea, composta dalla cosiddetta “papacella”, che consiste in una varietà di peperone corto e dalla forma tondeggiante, elemento tipico campano, che può essere di colore rosso oppure giallo, imbottito con i vermicelli conditi col sugo della “puttanesca”.

Sarà interessante sapere che il peperone ha origini molto lontane, oltre oceaniche, in quanto proviene dall’America centro – settentrionale e arrivò nel nostro continente grazie al viaggio di Cristoforo Colombo, di ritorno dalle terre americane.

I “puparuol ‘mbuttunat” sono un piatto che si può gustare in vari modi e si abbina facilmente ai diversi gusti del palato. Si può assaggiarli, infatti, in varie modalità, ad alcuni piace passarli sopra la brace o sulla griglia, per poi spellarli e gustarli. Non solo, ma possono essere gustati a varie temperature, c’è chi li preferisce molto caldi, tiepidi oppure freddi.

Comunque sia,  si presenta come uno di quei piatti che stimola e dà il via libera alla fantasia, in quanto, a prescindere dalle ricette tradizionali, può essere condito liberamente, a proprio gusto e piacimento.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli