Publispei dice no a “I Cesaroni 7”

claudio-amendolaDopo aver omertosamente confidato in una nuova stagione della fiction MediasetI Cesaroni“, giunge come un colpo basso, l’annuncio del produttore della nota serie tv, Antonino Antonucci. E’ stato proprio lui, infatti, a smentire una possibile lavorazione ad una settima stagione della serie, nella quale molti speravano. La causa? Semplicemente il fatto che quest’anno, la fiction che fin dagli esordi aveva conquistato grandi e piccini, non abbia totalizzato ascolti da record come aveva invece sempre fatto.elena-sofia-ricci

Già dalle prime puntate, in molti si erano lamentati per via del fatto che le vicende della storia narrata stessero divergendo eccessivamente su un terreno già battuto in precedenza, diventando così fin troppo prevedibili e ripetitive. Altri invece, al di la’ della trama in sé e per sé, non avevano gradito affatto la comparsa di nuovi personaggi, in sostituzione di quelli che erano stati i pilastri storici della serie tv, e ai quali, forse, si era deciso, erroneamente, di dedicare fin troppo spazio.

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzGià, erroneamente, poiché è una verità universalmente riconosciuta che quando una macchina funziona bene, non ci sia bisogno di modificarne alcun ingranaggio. Insomma, l’assenza di Max Tortora – alias Ezio Masetti – e le brevi quanto fugaci apparizioni di Matteo Branciamore – alias Marco Cesaroni – sono state determinanti al fine del successo, o meglio, in questo caso, dell’insuccesso, di una serie televisiva ormai giunta agli sgoccioli. E quindi, molto probabilmente, e’ stato anche e soprattutto in vista di un probabile – ma potremmo tuttavia definirlo quasi certo – abbandono dei capifamiglia – interpretati da Claudio Amendola ed Elena Sofia Ricci – che il produttore Antonucci si è visto costretto a chiudere i battenti della fiction senza ombra di esitazione alcuna.matteo-branciamore-638x425
Accanto alla delusione di chi, pur non essendo rimasto pienamente soddisfatto di quest’ultima flebile stagione, avrebbe comunque continuato, fedelmente, a seguirne una prossima, si affiancano le indiscrezioni trapelate dalla bocca del medesimo produttore. Pare infatti, che presso la Publispei, sia in lavorazione un’altra commedia familiare a detta dello stesso Antonucci “molto divertente”. Speriamo solo che non sia una rivisitazione o addirittura una palese imitazione della serie ambientata nel quartiere romano della Garbatella, perché, se così fosse, a quel punto, sarebbe convenuto piuttosto, riprendere da dove ci eravamo lasciati con “I Cesaroni 6”, tentando quindi di risollevare le sorti di una fiction ormai in caduta libera, piuttosto che ripartire dal principio, rischiando nuovamente di toccare il fondo.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO