4shared
20.8 C
Napoli
mercoledì, 22 Settembre 2021

Prima statua di una donna a Milano dedicata a Margherita Hack

Un monumento a Margherita Hack per il centenario della nascita dell'astrofisica.

Da non perdere

La prima statua raffigurante una donna sarà in onore di  Margherita Hack.

Questa iniziativa è stata promossa da “Fondazione Deloitte” in cooperazione con “Casa degli Artisti” sostenuta dal Comune di Milano. Un grande inizio volto a ridurre la grande disparità: con 121 uomini e 0 donne nei monumenti pubblici.

Margherita Hack, “La signora delle Stelle” è stata un’astrofisica, un’accademica, divulgatrice scientifica e attivista italiana. Margherita è stata la prima donna a dirigere “L’Osservatorio Astronomico di Triste” dal 1964 al 1987. Grandissima ricercatrice, venuta a mancare il 29 giugno 2013.

Affermava la Hack “Tutti noi abbiamo un’origine comune, siamo tutti figli dell’evoluzione dell’Universo, dell’evoluzione delle stelle, e quindi noi siamo davvero tutti fratelli. Noi siamo fatti di materia che è stata costruita nell’interno delle stelle, tutti gli elementi, dall’idrogeno all’uranio, sono stati fatti nelle reazioni nucleari che vengono dalle supernove, cioè queste stelle molto più grosse del Sole, che alla fine della loro vita esplodono e sparpagliano nello spazio il risultato di tutte le reazioni nucleari avvenute al loro interno. Per cui noi siamo davvero figli delle stelle.”

Una grande statua per una grande donna. Funge da ispirazione, afferma Paolo Gibello presidente della Fondazione Deloitte “La prima scultura sul suolo pubblico di Milano, nel nome di una figura femminile di straordinario rilievo, rappresenta un traguardo ma allo stesso tempo anche un punto di partenza. Con l’auspicio che sia la prima di una lunga serie di opere destinate a colmare finalmente una lacuna nei confronti delle donne. STEM (scienza, tecnologia, ingegneria, matematica) in particolare, poco o quasi mai rappresentati in monumenti di questo genere, Non solo a Milano ma anche in Italia e così in tutto il mondo.”

Presidente della Casa degli Artisti, Valentina Kastlunger afferma “Questo progetto regala alla città un’opera densa di senso e di stimoli per le nuove generazioni. Coinvolge artiste italiane ed internazionali in un concorso di idee nel quale ogni proposta può essere raccontata e valorizzata. Accompagna la realizzazione e la posa dell’opera prescelta nello spazio pubblico di una delle più importanti città europee. Un progetto che ci auguriamo generi ascolto, riflessione e dibattito, affinchè dal movimento si generi cambiamento.”

Che questo sia un inizio al fine di realizzare una società più equa.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli