17.4 C
Napoli
mercoledì, 7 Dicembre 2022

Prima domenica di ingressi gratuiti nei musei

L’elenco dei musei che parteciperanno all’iniziativa è gestito dal Ministero della Cultura, ed è reperibile consultando l’apposito sito. 

Da non perdere

Prima domenica del mese ad ingresso gratuito nei musei e nei siti archeologici in Campania. Da Pompei, al Palazzo Reale di Napoli, sono decine i siti campani visitabili gratuitamente ogni prima domenica del mese; si rinnova così l’iniziativa “Domenica al museo”, introdotta dal ministero della cultura nel 2014 e che torna a far compagnia agli italiani. Alcune delle sedi interessate necessitano di prenotazione per esser visitate, l’uso della mascherina è fortemente raccomandato soprattutto negli spazi stretti ma non obbligatorio.

Le domeniche ad ingresso gratuito nei musei e nei siti archeologici sono un’occasione unica per i tanti turisti che giungono in città, ma anche per i napoletani stessi, che possono così trascorrere una giornata diversa all’insegna della cultura; non solo giovani, ma anche famiglie, ragazzi, e soprattutto studenti. Si respira voglia di cultura a Napoli, ed iniziative come questa della quale parliamo, sono un’ottima opportunità per dare risalto all’identità della città.

L’elenco dei musei che parteciperanno all’iniziativa è gestito dal Ministero della Cultura, ed è reperibile consultando l’apposito sito. 

L’iniziativa non riguarda solo Napoli ma la Campania tutta, con le varie province, che offrono tanta bellezza agli occhi dei curiosi.

Dalle voci dei turisti e di chi oggi, domenica 2 ottobre ha approfittato dell’ingresso gratuito nei musei campani, risalta la maestosità e la suggestione della mostra intitolata: “Oltre Caravaggio” al Museo Nazionale di Capodimonte, una passeggiata tra le opere dei maggiori pittori che hanno operato a Napoli tra il ‘600 e ‘700.

Tra i siti più visitati, oltre a Pompei, anche Castel Sant’Elmo, situato sulla collina del Vomero; l’edificio è stato costruito a partire da un’antica torre normanna. È uno degli esempi più importanti dell’architettura militare del ‘500.

Naturalmente elencare tutti i musei ed i siti archeologici che rientrano nell’iniziativa culturale sarebbe impossibile.

Quelli menzionati sono solo alcuni, l’elenco è lungo: dalla Certosa e Museo di San Martino al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ma anche il Museo della ceramica Duca di Martina in Villa Floridiana, il Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes; il Museo delle Carrozze, Museo e Real Bosco di Capodimonte Palazzo Reale di Napoli. Ingresso gratuito anche alle aree archeolgiche di Pompei, Ercolano, Campi Flegrei e al Parco Archeologico Sommerso di Gaiola.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli