4shared
15.2 C
Napoli
martedì, 18 Gennaio 2022

Prestare attenzione all’uso dei media con i bambini l’estate

Per i bambini dai 6 anni in su, l'AAP raccomanda di stabilire e mantenere limiti coerenti al tempo che trascorrono interagendo con i media, nonché ai tipi di media che utilizzano.

Da non perdere

Attenzione: con l’arrivo dell’estate e il ritmo meno frenetico che porta per le famiglie rispetto all’anno scolastico, potrebbe essere allettante per i genitori consentire ai bambini di guardare un po’ più di televisione o giocare a quel videogioco un po’ più a lungo.

Ma è importante mantenere un sano equilibrio quando si tratta dell’esposizione dei bambini a supporti e dispositivi dello schermo, anche durante le vacanze estive.

Bisogna fare attenzione all’uso della tecnologia durante l’estate

“Una delle maggiori preoccupazioni è che la sovraesposizione ai media e ai dispositivi dello schermo potrebbe interferire con i bambini che hanno le quantità adeguate di sonno o attività fisica, giocando, interagendo con gli altri e impegnandosi in altri comportamenti che potrebbero influire sulla loro salute sia ora che negli anni a venire”, ha dichiarato Laura Hubbs-Tait, specialista della genitorialità dell’Estensione cooperativa dell’Università statale dell’Oklahoma.

L’estate è un’opportunità per le famiglie di essere creative nel modo in cui mantengono i bambini impegnati senza fare troppo affidamento sui media, bisogna fare molta attenzione.

“L’obiettivo per i genitori di bambini e adolescenti in età scolare dovrebbe essere quello di trovare un buon equilibrio tra l’uso dei media e altre attività salutari“, ha detto Hubbs-Tait. “Puoi trasformarlo in un progetto familiare con tutti coloro che partecipano all’identificazione dei modi migliori per gestire la dieta mediatica della famiglia“.

Le famiglie che hanno già un piano mediatico dovrebbero attenersi ad esso per tutta l’estate.

Un piano multimediale familiare deve includere elementi come periodi senza supporti durante la cena o durante l’auto, quando tutti i dispositivi multimediali sono spenti. Ci possono anche essere zone senza media in casa come camere da letto per dormire e cucine per mangiare e parlare”.

AAP e l’uso dei bambini per l’uso dei media

Le più recenti raccomandazioni AAP sull’uso dei media per bambini e adolescenti sono state emesse nell’ottobre 2016.

Queste linee guida suggeriscono di limitare i supporti dello schermo per i bambini di età inferiore ai 18 mesi solo alle chat video faccia a faccia. Per i bambini tra i 18 e i 24 mesi, se i genitori vogliono introdurli ai media, i genitori dovrebbero selezionare una programmazione di alta qualità e guardare e parlarne con loro. Ciò promuove l’interazione sociale genitore-figlio e promuove lo sviluppo del linguaggio infantile.

Nel frattempo, i bambini dai 2 ai 5 anni dovrebbero essere limitati a un’ora di tempo sullo schermo al giorno con una programmazione di alta qualità, con i genitori a disposizione per visualizzarlo con loro.

Per i bambini dai 6 anni in su, l’AAP raccomanda di stabilire e mantenere limiti coerenti al tempo che trascorrono interagendo con i media, nonché ai tipi di media che utilizzano.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli