Presidente De Luca: servono responsabilità e attenzione Ovviamente, lasciano da parte ironie e dispute politiche, ma anche le tante apparizioni politiche nei salotti della televisione, ciò che conta è il forte senso di responsabilità al quale tutti i cittadini di Napoli sono chiamati.

Presidente De Luca: servono responsabilità e attenzione
Presidente De Luca: servono responsabilità e attenzione

Nella consueta diretta Facebook di oggi, il Presidente Vincenzo De Luca, si è espresso nuovamente sulla questione Covid-19 in Campania.

La spinosa questione del colore attribuito alla Campania: da giallo a rosso

La Campania, inizialmente zona gialla, è diventata poi zona rossa, un cambiamento che non è piaciuto a tutti, soprattutto le tante attività commerciali il cui fatturato in questi giorni è pari a zero.

A ciò si aggiungono i quasi inesistenti controlli in strada da parte delle forze dell’ordine, che invogliano (purtroppo) sempre più persone ad uscire, per i più svariati motivi. Proprio a tal proposito, non è mancata quella nota ironica tipica del Presidente De Luca, e infatti in riferimento all’inclusione della regione Campania in zona rossa, ha ribadito: “Diciamo che in Campania abbiamo istituito la zona rose’, fiorin fiorello l’amore è bello vicino a te”.

“Vorrei inoltre puntualizzare due cose rispetto ad alcune espressioni che ho sentito nelle trasmissioni tv. La prima è – Non litigate, la seconda è – Dobbiamo avere collaborazione col Governo”.

“Vorrei che fosse chiaro che in Campania nessuno sta litigando: la Regione è concentrata sul lavoro, e c’è solo a Napoli un imbecille che litiga da solo, o che cerca di fare sciacallaggio e aggressioni per nascondere la propria nullità amministrativa e per nascondere il fatto che non ha mosso un dito per contrastare il contagio”. 

Ovviamente, lasciano da parte ironie e dispute politiche, ma anche le tante apparizioni politiche nei salotti della televisione, ciò che conta è il forte senso di responsabilità al quale tutti i cittadini di Napoli sono chiamati. Nonostante i dati ufficiali affermano che i contagi stiano timidamente scendendo, occorrono un forte vigore e soprattutto attenzione alla situazione non certo semplice.

Riapertura parziale delle scuole il 24 novembre? Si attende la decisione ufficiale del Presidente De Luca 

Ultimo aspetto dell’intervento odierno del Presidente De Luca, il comparto scuola, e la possibilità, di non riaprire le classi prime delle elementari e l’asilo. De Luca, aveva emanato un’ordinanza che prevedeva il rientro a scuola parziale, il prossimo 24 novembre.

Nelle ultime ore un dietrofront. Il Presidente della Regione Campania ha sottolineato che in realtà, l’ordinanza da lui emessa, fosse un auspicio di positività, che però non può essere rincorso, ora.

In realtà, ciò che interessa ai genitori dei bambini che dovrebbero rientrare a scuola, è lo screening epidemiologico, alle famiglie e ai bimbi stessi. 

È importante sottolineare che in queste ultime ore si è nettamente allargato il fronte del “no” alla riapertura delle scuole, non solo in Campania.

Ricordiamo infatti, che già Frattamaggiore e alcuni comuni dell’isola d’Ischia, hanno deciso di non riaprire, in attesa della decisione del Presidente De Luca.

Per ora non c’è ancora una decisione ufficiale, bisogna attendere, nonostante i sindaci della varie località della Regione stiano decidendo autonomamente cosa fare, in accordo con i dirigenti scolastici.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories