Pozzuoli: Arrestato perché picchiava la moglie

carabinieri_21secolo_IvanaLeo
carabinieri

È stato arrestato stamane dagli agenti dell’Unità Radiomobile dell’Arma dei Carabinieri di Pozzuoli un quarantunenne pregiudicato. L’uomo era nell’atto di picchiare la moglie in dolce attesa quando un vicino, probabilmente allarmato dalle urla della donna, ha chiamato il 112. Non appena le forze dell’ordine sono arrivate sul posto l’uomo si è dato alla fuga, ha sentito prontamente le sirene ed è fuggito via, ma è stato subito catturato. Quando è stato catturato, invece di lasciarsi ammanettare e portare in carcere ha opposto resistenza e minacciato gli agenti con un coltello da cucina. Alla fine si sono comunque rivelati vani i tentativi di resistenza e l’uomo è stato preso dalle forze dell’ordine

Al momento l’uomo si trova nel carcere di Poggioreale con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali , resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Secondo le ricostruzioni effettuate dalle forze dell’ordine, non era la prima volta che l’uomo usasse la violenza contro la moglie e gli altri familiari. La moglie sarebbe stata più volte maltrattata e picchiata dal marito senza aver mai denunciato il fatto. Ennesima donna vittima di una violenza domestica, in cui l’uomo che dovrebbe proteggerla ed amarla si trasforma nel suo peggior incubo. Un caso oramai all’ordine del giorno, in cui quello che manca è da un lato il coraggio di denunciare, dall’altro mancano strutture di assistenza  e supporto sul territorio per le donne vittime di violenza.  Un luogo in cui recarsi, raccontare la propria storia e denunciare il carnefice. In questo caso ci si è fermati alle botte ma sarebbe potuta verificarsi una tragedia più grande.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO