4shared
4.3 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Possibile alleanza tra PD e Forza Italia

Da non perdere

Deborah Santorohttps://www.21secolo.news
Laureanda in Archeologia e Storia delle Arti presso l’Università Federico II di Napoli, ama riportare alla luce la storia dei luoghi del passato, senza tralasciare miti e leggende, considerate parte importantissima della cultura popolare. Amante delle arti culinarie, si diletta ai fornelli. Crede nel giornalismo al servizio della verità e ad essa si presta.

Una possibile alleanza tra Forza Italia e Pd, in vista delle prossime elezioni europee, è quanto emerge da un’intervista rilasciata da Silvio Berlusconi a Radio Anch’io.

Sono previste per il prossimo 25 Maggio le votazioni per eleggere i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo e le statistiche preannunciano uno scenario poco gradito all’ex Premier Silvio Berlusconi, con Forza Italia in forte perdita, circa 2 milioni di voti in meno rispetto alle precedenti votazioni. Proprio questa mattina Silvio Berlusconi, in un intervento a Radio Anch’io, ha parlato di una possibile alleanza di Forza Italia con Matteo Renzi e la maggioranza. Stando alle dichiarazioni dell’ex Premier, sarà necessario valutare con estrema attenzione il quadro politico in vista delle prossime elezioni europee dopodiché sarà possibile rivalutare le alleanze a Montecitorio.

Molto forti anche le dichiarazioni in merito all’assetto economico dell’Europa definito instabile e da cambiare. Berlusconi ha infatti dichiarato che se non dovesse cambiare l’atteggiamento della Banca Centrale Europea nei confronti degli stati membri, si renderà necessaria l’uscita dalla moneta unica non solo dell’Italia ma anche della Francia, del Portogallo e dell’Irlanda.

Berlusconi, nella sua intervista, non ha risparmiato critiche a quasi tutti gli esponenti politici maggiormente in vista compreso il possibile futuro alleato Matteo Renzi al quale rimprovera una mancanza di credibilità dovuta alla posizione illegittima che ricopre, considerata la sua mancata elezione da parte del popolo. L’ex Premier, di Renzi ha infatti dichiarato: “dovrebbe risolvere il suo deficit di legittimità democratica e se dovessimo poter rientrare nella democrazia, con un passaggio elettorale, visto che questo è il terzo governo consecutivo non eletto dal popolo, e se allora dovesse permanere una situazione come questa, e Renzi proponesse a noi le nostre riforme è chiaro che siamo l’opposizione responsabile che dirà di sì”.

Sulla eventuale discesa in campo della figlia Marina, aggiunge: “Da sempre ho lasciato decidere ai miei figli quello che intendono fare ma gli ho sconsigliato di entrare in una politica come questa oggi in Italia”.  Se sceglieranno di fare politica: “non lo so non posso dirlo, cercherò di sconsigliarglielo. E’ venuta a loro la voglia di farlo per reagire a ciò che mi è stato fatto ingiustamente, questo li ha motivati ma il leader è il popolo che li deve accettare e votare, non si possono tirare su in batteria”.

In conclusione, Silvio Berlusconi ha auspicato l’arrivo di un nuovo leader per il suo partito, altrimenti a rischio.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli