10.6 C
Napoli
lunedì, 30 Gennaio 2023

Pompei, riapre la Schola Armaturarum. Osanna lascia

Restaurata e riaperta al pubblico la Schola Armaturarum, edificio militare negli scavi di Pompei, crollato nel 2010. Intanto, dopo l'arrivederci di Osanna, da oggi alla guida del Parco Archeologico campano arriva Alfonsina Russo come direttrice ad interim, in attesa della selezione del nuovo manager

Da non perdere

Dopo 8 anni  di restauri, da ieri, 3 gennaio 2019, è stata finalmente riaperta al pubblico la “Schola Armaturarum” di Pompei. Il crollo del sito, avvenuto nel 2010, non mancò di suscitare polemiche e indignazione a livello internazionale, ma ecco che oggi Pompei può dirsi pronta al riscatto: ora, infatti, i visitatori potranno di nuovo esplorare i resti di quella che fu sede di un’associazione di gladiatori dell’antica Pompei, grazie al lavoro di restauro che ha ricomposto il puzzle degli affreschi andato in frantumi anni fa.

Il rosso pompeiano delle pareti e il grande spazio aperto su via dell’Abbondanza potranno finalmente essere ammirati di nuovo dai turisti che potranno visitare la Schola Armaturarum ogni giovedì, divisi in piccoli gruppi.

Gli scavi che portarono alla scoperta dell’edificio iniziarono nel 1915 ad opera di Vittorio Spinnazzola: le diverse armi  e gli affreschi a tema rinvenuti all’interno della costruzione, resero evidente che doveva trattarsi di un’associazione militare. Inoltre, nel 2017, emersero varie anfore provenienti da tutto il Mediterraneo per la conservazione dell’olio, del vino e di salse a base di pesce, da consumare durante eventi conviviali.

“A Pompei i crolli negli scavi archeologici sono un capitolo chiuso”, ha detto il direttore generale Massimo Osanna, che si dichiara soddisfatto ed entusista della riapertura del nuovo percorso tra le mura della Schola Armaturarum: “Qui c’è la somma di tutto quello che abbiamo fatto e che ora vogliamo rendere fruibile a tutti”.

Ieri poi, è stato anche il giorno dell’arrivederci di Osanna, il quale ha lasciato la direzione generale del Parco Archeologico, in attesa di partecipare alla selezione internazionale indetta dal Mibac per scegliere il manager cui affidare Pompei per i prossimi tre anni. “Parteciperò alla selezione – dice Osanna – perché devo completare il lavoro fatto con il team che ha segnato una svolta nella vicenda recente di Pompei. Ora può finalmente partire la manutenzione programmata”.

Da oggi, infatti, al sito museale si è insediata, come direttrice ad interim, Alfonsina Russo, dirigente del Mibac dal 2009 e direttrice del Parco Archeologico del Colosseo da un anno.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli