10.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Pietre contro un treno della Circumvesuviana

Nessun ferito, danneggiati solo alcuni finestrini.

Da non perdere

Oggi, venerdì 16 marzo 2018, si è verificato un altro atto vandalico con un treno della circumvesuviana. L’ atto vandalico, verificatosi circa alle ore 12.45, lungo il percorso da Santa Maria del Pozzo a Barra, consiste nel lancio di diverse pietre contro alcuni finestrini del treno della circumvesuviana.

Fortunatamente l’accaduto vandalico, compiuto presumibilmente da teppisti o folli non ha ferito nessuno e si è concluso solamente con il danneggiamento di alcuni finestrini del treno.

È opportuno sottolineare che anche se questo gesto folle si è concluso senza vittime, non risulta essere per tale motivo meno pericoloso e preoccupante. Prontamente lo staff dell’ Eav ha fatto uscire i passeggeri dal vagone, i cui finestrini sono rimasti danneggiati, e lo ha chiuso ai passeggeri, permettendo di poter proseguire il viaggio fino alla fermata termine di Porta Nolana, a Napoli.

Questo tipo di atto vandalico non risulta nuovo nella città di Napoli, infatti si può ricordare che solo pochi giorni fa  si è verificato un episodio analogo, ovvero sempre il lancio di pietre contro un treno, a Sant’Anastasia, lungo la tratta Ottaviano-Sarno.

Dunque, citando solo questi ultimi due episodi, appare chiaro che la situazione sia per chi viaggia e per chi lavora sui treni non è per nulla sicura e tranquilla.

Infatti, sia Umberto De Gregorio, presidente dell’ Eav, che tutti i lavoratori dell’azienda stessa hanno chiesto insistentemente un incontro con il Prefetto di Napoli per discutere circa la sicurezza sui treni sia per i viaggiatori che per il personale Eav.

Numerose sono stati gli appelli d’aiuto su Facebook dei diversi utenti, che chiedono alle autorità preposte  maggiore sorveglianza e vigilanza delle diverse stazioni.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli