18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Piero Angela: il rapporto con Alberto e la conoscenza

Piero Angela, grande studioso e appassionato della conoscenza, si è spento all'età di 93 anni tra la commozione dei familiari.

Da non perdere

Piero Angela è morto all’età di 93 anni, dopo aver passato una vita intera a studiare e informare in 70 anni di carriera televisiva con passione e dedizione, trasmesse al figlio Alberto.

I programmi di Piero Angela nel corso degli anni sono sempre stati seguiti con successo: Destinazione Uomo, Quark, SuperQuark, Il pianeta dei dinosauri, Viaggio nel cosmo e Ulisse – il piacere della scoperta.

Alberto ha ereditato dal padre la curiosità e il piacere della scoperta, spesso lo ha accompagnato nei suoi viaggi. Dopo essersi laureato in Scienze Naturali con Lode alla Sapienza a Roma, Alberto ha approfondito, negli Stati Uniti, le sue conoscenze su paleontologia e la paleoantropologia nelle università di Harvard, Columbia University.

Piero Angela inizia a lavorare per la Rai negli gli anni Cinquanta, dove inizia come cronista e collaboratore del Giornale Radio. Dal 1955 fino al 1968 fa il corrispondente estero, a Parigi e poi a Bruxelles per il telegiornale nazionale della Rai. Insieme al giornalista Andrea Barbato presenta la prima edizione del telegiornale delle 13.30 e nel 1976 è il primo a condurre il Tg2.

A partire dal 1968, si dedica ai documentari. I primi erano dedicati alla scoperta dello spazio e al piano di sbarco del primo uomo sulla Luna con la missione Apollo 11 nel luglio 1969. Dal 1971 conduce numerose programmi d’informazione e programmi educativi, utilizzando e reinventando sempre modi diversi, sempre utilizzando un linguaggio curato, sempre attento. I programmi erano:  “Destinazione Uomo”, “Da zero a tre anni”, “Indagine sulla parapsicologia” e “Nel cosmo alla ricerca della vita”.

Sempre sostenuto dalla famiglia, ma soprattutto dalla moglie Margherita Pastore e i suoi due figli Christine e Alberto, il quale ha condiviso questo viaggio culturale con il padre. Della famiglia di Piero Angela sappiamo molto poco, perché hanno sempre tenuto nascosto la loro vita privata. In quelle poche occasioni che si parlava della famiglia, lo studioso ha sempre dedicato parole di stima e d’amore alla compagna di tutta una vita. Non sono mancate neanche le occasioni nelle quali l’ha pubblicamente ringraziata per il suo fondamentale sostegno.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli