25.3 C
Napoli
lunedì, 15 Agosto 2022

Piazza Bellini tre arresti per droga tra cui un minore

Operazione antidroga a Napoli, nella famosa Piazza Bellini, dove i carabinieri della compagnia Napoli - centro, hanno tratto in arresto due 22enni (di cui uno già noto alle forze dell'ordine) e un minorenne

Da non perdere

In Piazza Bellini (piazza ubicata sul decumano maggiore di Napoli, nonché una delle più frequentate soprattutto per la presenza di diversi locali) i carabinieri della compagnia Napoli-centro, del reggimento Campania hanno arrestato con l’accusa di spaccio, due 22enni (Ousman Kanteh, del Gambia, e Ebraim Bah, del Senegal, incensurato) e anche un 16enne gambiano, tutti fermati dopo aver ceduto delle dosi di stupefacente a due “clienti” anch’essi fermati e segnalati alla prefettura.

Agli spacciatori, già noti alle forze dell’ordine, sono stati sequestrati ben quattro involucri di marijuana e sette panetti di hashish; le persone maggiorenni, fermate dalla polizia, sono in attesa di giudizio, mentre il sedicenne è stato accompagnato in un centro di prima accoglienza ai Colli Aminei.

L’operazione antidroga rientra nell’ambito dei servizi straordinari volti al controllo del territorio, al fine di stanare qualsiasi attività illecita, soprattutto nelle zone più frequentate dai ragazzi.  Sono frequenti i controlli da parte delle autorità, a Piazza Bellini, soprattutto durante il week-end; infatti, nell’ambito delle operazioni antidroga, sono stati effettuati molti controlli anche alla circolazione stradale, con contravvenzioni e vari fermi amministrativi. Identificati e sanzionati anche  dei parcheggiatori abusivi, nella zona dei “baretti” di Chiaia.

Gli inquirenti spiegano che, a seguito di questa importante operazione antidroga, la quale ha portato all’individuazione e al fermo di ben tre persone, è stata accertata la presenza a Napoli di una vera e propria mappa del territorio, nella quale sono riportati i cosiddetti punti di interesse per lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Secondo quanto si apprende, gli spacciatori Ousman Kanteh e Ebraim Bah, conoscevano bene la zona, muovendovisi con assoluta calma e tranquillità; così come i due “clienti”, sembrerebbe che non fossero nuovi in quella zona.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli