19.4 C
Napoli
lunedì, 26 Settembre 2022

Pescara, ustionata da una violenta fiammata di ritorno: muore 56enne

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Pescara, una donna originaria di Popoli ha riportato gravi ustioni a causa di una fiammata di ritorno: non ce l’ha fatta. La 56enne stava alimentando il barbecue con l’alcol quando è stata investita dalla fiamma ed ha riportato gravi ustioni. Si chiamava Maria Diodati la donna morta dopo ave gettato liquido infiammabile sulla brace accesa.

Donna muore a causa delle ustioni di una fiammata di ritorno: disposti ulteriori accertamenti sulla tragedia

La donna aveva riportato ustioni al corpo e al volto. Il primo a soccorrerla dopo l’incidente è stato il fratello che l’ha accompagnata al Pronto Soccorso locale, nel quale le sono state diagnosticate gravi lesioni. Le sue condizioni di salute sono apparse molto gravi sin dal primo momento. I sanitari, a quel punto, hanno deciso di trasferirla con urgenza presso il centro Grandi Ustioni dell’ospedale di Pisa.

Al momento le autorità giudiziarie di Pisa stanno valutando se effettuare o meno l’autopsia sul corpo della 56enne. Sulle cause della tragedia disposti ulteriori accertamenti. Le esequie si svolgeranno la prossima settimana a Popoli, dopo aver ricevuto dalla Procura di Pisa il nulla osta per la sepoltura. Maria Diodati, 56 anni, lascia il marito e due figlie.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli