mercoledì 17 Aprile, 2024
12.5 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Perché invecchiamo? Uno studio italiano ce lo spiega

Quante volte ci sarà capitato di chiederci, perché invecchiamo?

La risposta non è poi così banale.

Un gruppo di ricerca internazionale coordinato dal Centro Biotecnologie Molecolari dell’Università di Torino ha identificato un meccanismo chiave nei processi di invecchiamento cellulare.

Il risultato arriva nell’ambito di una ricerca più ampia volta a scoprire l’interazione tra un particolare enzima e alcuni tipi di cancro. Nello specifico si tratta del legame tra il gene PIK3C2A e l’aggressività del cancro al seno,studio che l’università di Torino sta conducendo con un il contributo di Fondazione AIRC.

Questo gruppo di scienziati ha scoperto che invecchiamo, o meglio le nostre cellule invecchiano, a causa dell’ assenza di due geni.

La carenza dell’espressione dei geni PIK3C2A e VPS36, crea un’ asimmetria durante la fase di divisione cellulare che comporta una risposta immediata da parte dell’organismo. Ovvero  la cellula mette in atto il programma di senescenza cellulare, che porta all’invecchiamento prima della cellula e poi dell’organismo intero.

Questo fenomeno è molto visibile nei bambini affetti da bambini nati con una deficienza genetica di PI3K-C2alpha (la proteina espressa dal gene PIK3C2A), che appunto manifestano un invecchiamento precoce tra cui la cataratta infantile.

La cataratta è uno dei segni più evidenti dell’invecchiamento del cristallino.Questa parte del nostro occhio è quella maggiormente esposta a questo fenomeno perché, anche se ancora non se ne conoscono le cause, é emerso che qui le cellule non sono in grado di sopperire al deficit del gene PIK3C2A.

La curiosa scoperta della causa dell’invecchiamento cellulare assume una certa rilevanza in ambito della lotta al cancro perché il gene PIK3C2A e l’enzima che esprime giocano un ruolo importante nella proliferazione cellulare incontrollata che porta all’importanza del tumore.

È chiaro che lo studio e la ricerca in campo oncologico sono la chiave per cercare di debellare queste malattie, quindi ogni scoperta anche se arriva per vie traverse assume una rilevanza maggiore.