4shared
13.3 C
Napoli
domenica, 28 Novembre 2021

Parte il Microcredito M5S

Da non perdere

Deborah Santorohttps://www.21secolo.news
Laureanda in Archeologia e Storia delle Arti presso l’Università Federico II di Napoli, ama riportare alla luce la storia dei luoghi del passato, senza tralasciare miti e leggende, considerate parte importantissima della cultura popolare. Amante delle arti culinarie, si diletta ai fornelli. Crede nel giornalismo al servizio della verità e ad essa si presta.

Se pensate che un’Italia in cui la classe politica si dimezzi lo stipendio per poi restituirne, in perfetto stile Robin Hood, una parte alla cittadinanza al fine arginare la piaga della disoccupazione possa esistere solo in un mondo parallelo, vi sbagliate. Dopo ben due anni di battaglie, oggi il Microcredito del M5S diventa realtà, come annunciano gli stessi parlamentari del Movimento al Mercato Testaccio di Roma.

“Siamo ormai a 10 milioni di euro e li ridiamo indietro direttamente a quegli italiani che hanno voglia di scommettere su una nuova attività in grado di creare lavoro e ricchezza. Finalmente è partito il fondo per il Microcredito che funziona grazie alle eccedenze degli emolumenti dei portavoce M5S. Abbiamo lottato duramente per quasi due anni e alla fine abbiamo ottenuto i due decreti attuativi che permettono di attivare il capitolo di bilancio, l’individuazione dei destinatari e le modulistiche per l’accesso” ha dichiarato il Movimento Cinque Stelle.

Si legge inoltre “Per il prestito, che ha un tetto di 25mila euro (con un’integrazione ulteriore possibile di 10mila, per un totale di 35mila euro), non servono garanzie reali, basta un business plan e un’idea sostenibile di impresa. Il credito viene erogato a tassi molto bassi su un termine fino a 7-10 anni”.

Potranno beneficiare del Microcredito M5S le persone fisiche con partita Iva da meno di cinque anni, Srl semplificate, associazioni, cooperative di massimo dieci dipendenti e microimprese con massimo cinque addetti. Stando alle prime stime pare che il Microcredito del M5S potrà finanziare, in un primo momento, circa 2.000 imprese, numero che continuerà a crescere grazie al fondo di rotazione che sarà alimentato dalle rate restituite e dai nuovi stanziamenti che giungeranno dagli stipendi dei parlamentari del Movimento e dal MISE. I cittadini interessati potranno prenotare il finanziamento direttamente dal sito del Ministero dello Sviluppo che, in caso di approvazione, rilascerà un certificato con il quale il richiedente potrà ritirare la somma in banca.

Il Movimento Cinque Stelle ci tiene a specificare “La cosa più importante è che la garanzia del fondo viene erogata senza la tagliola della valutazione economico-finanziaria del beneficiario da parte del gestore. Noi pretenderemo sempre trasparenza, però non potremo mai influire nel merito (sarebbe reato). Dunque, non gestione ma controllo.”

image_pdfimage_print

Ultimi articoli