24.5 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Parroco dall’altare chiede offerte più generose

“È aumentato tutto, siate più generosi”.

Da non perdere

Un parroco di Carinaro, in questi giorni sta facendo parlare molto di sè, in particolare modo per alcune frasi pronunciate durante l’omelia. A qualcuno la notizia ha fatto sorridere, altri invece hanno storto il naso, altri ancora si sono detti indignati. 

A Caserta, un parroco, rivolgendosi ai fedeli presenti alla Messa ha chiesto delle offerte più generose per sopperire alle tante spese cui deve far fronte la struttura.

Il video dove si vede e si sente chiaramente il parroco che in vista della Festa patronale di Santa Eufemia, che si terrà il 16 settembre,  dal pulpito,  chiede “qualche cosina in più” perché “è aumentato tutto”, sta destando tante polemiche ed inutile dirlo, è diventato subito virale.

A chi passa attraverso le nostre strade, vicino ai nostri palazzi accogliamolo con il sorriso, con le nostre preghiere e certamente con il dono della generosità come avete sempre fatto. Quest’anno con qualche cosina in più. Perché dovunque siamo andati quest’anno per i contratti, tutti ci hanno detto che è tutto aumentato.Allora, qualche cosina in più, non dico quanto, rispetto a tutti gli altri anni, e credo che riusciamo a coprire tutte le spese. Già avete capito, Dio ama chi dona con gioia e con tutto il cuore. Ma non con tristezza e con le lacrime. Facciamo come fanno gli sposi, con le lacrime di gioia” ha concluso il sacerdote rivolgendosi ai fedeli.

Il video, diventato virale su Tik tok ma anche su Facebook ha raccolto una serie di commenti indignante da parte di lavoratori che  lamentano l’aumento dei prezzi, senza nessuna equiparazione retributiva.

Una richiesta chiara da parte del prete, che senza mezzi termini ha chiesto – qualcosa in più in chiave economica – a quanti frequentano la Santa Messa.

Qualcuno prova a “difendere” il parroco sostenendo che forse avrebbe potuto usare parole differenti ed interpretando il messaggio come una richiesta di aiuto per i più deboli, in qualche modo tutelati.

Il sacerdote per ora preferisce non rilasciare dichiarazioni, secondo quanto si è appreso da alcuni fedeli a lui vicini, si dice convinto di quanto ha dichiarato.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli