Panetta punta sul Mezzogiorno per il rilancio dell’economia Secondo Panetta, il Sud è un potenziale non sfruttato al meglio dall'economia italiana

Fabio Panetta, membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea, ha fatto delle dichiarazioni sull’economia italiana, in particolare sul Sud Italia.

Secondo Panetta, il Sud è un potenziale non sfruttato al meglio dall’economia italiana.

Il membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea ha evidenziato che il Mezzogiorno è in una situazione di blocco da anni.

L’uomo ha fatto tali dichiarazioni in un evento di Rcs Academy, rivolto alle situazioni economiche dopo l’emergenza Covid 19.

Infatti, Panetta sostiene che sia questo il momento, ovvero il periodo post emergenza coronavirus, per rilanciare il Mezzogiorno e sbloccare questa situazione, che aiuterà tutta l’economia italiana.

Pertanto, il membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea propone una fiscalità di vantaggio per il Mezzogiorno.

In cosa consisterebbe questa fiscalità di vantaggio?

Il Mezzogiorno, per un periodo limitato, potrebbe usufruire di condizioni fiscali di vantaggio in funzione delle condizioni di sviluppo, di occupazione in quelle zone e di capacità di genere reddito.

Inoltre, Panetta ha spiegato che la Banca centrale europea ha agito prontamente per alimentare l’economia italiana, concedendo alle banche finanziamenti a tassi negativi.

Egli ha sottolineato che questi finanziamenti alle banche, sono stati concessi solo a condizione che venissero utilizzati per finanziare le imprese e le famiglie.

Dunque, le banche hanno ricevuto tremila miliardi di euro.

La Banca centrale europea ha anche rilanciato l’acquisizione dei titoli; pertanto, comprerà 1100 miliardi di titoli pubblici e privati.

Tale azione è volta per sovvenzionare emittenti dell’Europa in questa crisi.

Il membro del Comitato esecutivo della Banca centrale europea, nelle sue dichiarazioni,  chiarisce anche il perchè di queste azioni.

La banca centrale europea ha  intrapreso  tali iniziative  per scongiurare la divisione finanziaria che ostacoli il  loro lavoro di politica monetaria.

Dunque, l’obiettivo è evitare un collasso dell’economia e uscire dalla crisi, generata dal Covid 19.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories