25.6 C
Napoli
venerdì, 27 Maggio 2022

Morte di Samanta Migliore per un ritocco al seno: in manette Pamela Andress

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

La trans 52enne di origini brasiliane Pamela Andress, indagata dopo la morte il 21 aprile all’ospedale di Baggiovara di una 35enne modenese di Maranello, Samanta Migliore, per un’iniezione al seno, da ieri pomeriggio è agli arresti domiciliari.

Morte di Samanta Migliore, Pamela Andress ai domiciliari: misura cautelare per il pericolo di recidiva

Hanno eseguito la misura del gip, richiesta dalla Procura, i Carabinieri di Sassuolo. Il giudice ha ritenuto sussistenti le esigenze cautelari legate al pericolo di recidiva, anche sulla base della dichiarazione acquisita da un’altra donna la quale, alcuni anni prima, si era rivolta alla stessa 52enne per un analogo ‘trattamento estetico’ di cui, ancora oggi, la diretta interessata paga le gravi conseguenze.

La 52enne è sotto inchiesta per morte come conseguenza di altro delitto e esercizio abusivo della professione sanitaria, oltre ad omissione di soccorso aggravato dal decesso della persona offesa.

L’accertamento autoptico eseguito dal consulente della Procura, segnala l’ufficio del procuratore capo Luca Masini, ha individuato la causa del decesso in un’embolia attivata dall’iniezione nel seno destro della donna di un fluido semioleoso, tipo silicone. Il consulente tecnico ha individuato nel corso dell’autopsia all’interno della zona trattata 300 centimetri cubi del fluido, che sarà ora sottoposto a una specifica indagine analitica.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli