4shared
8.9 C
Napoli
giovedì, 27 Gennaio 2022

Palinuro Danza Festival e un sogno si realizza

Palinuro Danza Festival, il punto di incontro tra bellezza paesaggistica e l'arte della danza

Da non perdere

Una settimana di stage di danza con la partecipazione dei maestri più rinomati a livello nazionale ed internazionale. Organizzato dal primo ballerino del Teatro San Carlo di Napoli,  Luigi Ferrone, questo evento negli anni è divenuto certamente una fondamentale opportunità per le scuole di danza del territorio italiano per potersi esprimere a 360° mettendo in luce così gli allievi più talentuosi e volenterosi.

Quest’anno hanno calcato il suggestivo Anfiteatro dell’Antiquarium di Palinuro personalità del calibro di Stephan Furnial, Direttore della Scuola di Ballo del Teatro San Carlo, Irina Sitnikova de l’Accademia di Vaganova, Corona Paone, Aniello Schiano di Cola e tanti altri, offrendo per cinque giorni agli allievi partecipanti agli stage, l’esperienza unica di potersi interfacciare con il più vario e professionale ambiente artistico della danza, da quella classica  all’hip hop.

Proprio qui i sogni sembrano essersi tramutati in realtà per una piccola, ma  grande ballerina: Simona Falato. Capacità e talento. Un binomio imprescindibile colto da Saveria Cotroneo ballerina di danza classica ed ora insegnante del ”Centro studi Danza Classica” di Telese Terme, uno dei centri di danza classica più prestigiosi della provincia di Benevento.

Saveria Cotroneo, intervistata dal XXI Secolo, racconta della straordinaria vicenda di Simona.

<< Simona è una ragazza che ha cominciato a studiare danza tardi, per gli standard comuni, dato che di solito si comincia davvero in tenera età. Il tempo però non ha rappresentato un limite, anzi la determinazione e il talento della ballerina sono esplosi come se non aspettassero altro. Posso affermare, senza dubbio, che la ragazza a soli 13 anni incarni doti fisiche eccezionali che le consentono di ballare alla perfezione. La sua, credo, non sia soltanto predisposizione naturale, possiede di fatti una vera e propria intelligenza ballettistica non comune, cosa che ho avuto modo di osservare anche nell’ambito del ” Palinuro Danza Festival”, in cui Simona ha mostrato come al solito una grande sensibilità, empatia e un amore viscerale per tutto ciò che fa.>>

– Dunque si sentirebbe di affermare , che non è mai troppo tardi per realizzare i propri sogni? 

<< Assolutamente. Simona ne è un esempio. Auspico infatti che prosegua su questa strada e che la sua stella brilli sino a raggiungere le scuole più importanti a livello internazionale. Conoscendo la famiglia son certa che non le mancherà l’appoggio adeguato per poter raggiungere mete sempre più ambite, poiché ha tutte le carte in regola per poterlo fare. >>

Riconoscere talenti e coltivarli non è certamente facile, soprattutto negli ambienti in cui la competizione diviene aspra. Dunque ad oggi l’incontro con insegnanti, come Saveria Cotroneo, è motivo di orgoglio. Soprattutto per il lavoro certosino e la spassionata ricerca di bellezza infusa nell’animo di ciascun allievo della sua scuola.

Si accodano con grande emozione  agli elogi dell’ insegnante Cotroneo, gli editori Fulvio e Antonio Canitano, augurando alla stella nascente il futuro più radioso.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli