18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Palazzo Calabritto, a Chiaia la storia di Napoli

Edificato nel 1720, questo splendido palazzo è un altro capolavoro di Luigi Vanvitelli.

Da non perdere

Eva Maria Pepe
Laureata in Lettere classiche, ama l'arte, la letteratura, i viaggi. Il suo più grande sogno è diventare scrittrice.

La storia di Palazzo Calabritto è davvero interessante. Stiamo parlando dello splendido palazzo napoletano che domina Piazza dei Martiri, nel quartiere Chiaia. Si tratta di uno dei palazzi più antichi di Napoli.

Nel XV secolo Guillaume d’Estouteville, importante membro dell’omonima famiglia francese normanna, si trasferì a Roma dopo esser diventato cardinale. I suoi figli naturali, nati in Italia, presero l’appellativo “Tuttavilla”. Alcuni di loro ebbero importanti cariche nel regno di Napoli e furono denominati duchi di Calabritto. Pare dunque che il quinto duca di Calabritto, Vincenzo Tuttavilla, nel 1720 acquistò un terreno nei pressi della antichissima chiesa di Santa Maria Vittoria per costruire la sua sontuosa residenza.

In un primo momento il re Carlo III di Borbone, colpito dalla maestosità del palazzo,  decise di acquistarlo. In realtà poi il re non riuscì neanche a portare s termine i lavori cominciati dal duca di Calabritto. Allora fu Francesco, figlio del duca Vincenzo Tuttavilla, a riacquistare il palazzo per portare a termine i lavori.

Il duca Francesco Tuttavilla chiamò dunque il grande architetto Luigi Vanvitelli, che diede nuovo rigore ai portali della facciata e allo scalone principale. Il portale è in marmo e presenta lo splendido dettaglio delle cariatidi ioniche sui contorni. Il piano ammezzato conserva ancora affreschi sulle volte, nonostante i terribili danni causati dalla Seconda Guerra mondiale.

Tra i personaggi più importanti che hanno soggiornato nello splendido palazzo napoletano vi sono Guglielmo Pepe, Filippo Caracciolo, i fratelli Florestano, Gioacchino Murat, Alberto Marghieri, Bruno Gaeta e Paolo Avitabile. Nella seconda metà degli anni Ottanta, il palazzo ospitava la sede della Società sportiva calcio Napoli. Oggi Palazzo Calabritto è un punto di riferimento non solo per la storia della città, ma anche e soprattutto per la grande moda napoletana. Il palazzo infatti ospita alcuni dei più importanti brand di moda sartoriale made in Napoli.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli