4shared
4.3 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Paestum, incubo per gli invitati ad un matrimonio

Brutta sopresa per gli invitati ad una cena di nozze: decine di loro si sentono male dopo aver mangiato del pesce crudo, la metà finisce in ospedale

Da non perdere

Quello che avrebbe dovuto essere ricordato come un giorno “speciale” per la gioia dell’evento, sarà ricordato da molti per ben altri motivi: a Paestum, nel Cilento, una cena di matrimonio si è conclusa con una brutta sopresa per gli invitati.

Dopo appena 24 ore dalla fine dei festeggiamenti per le nozze di una coppia di Ascea (Sa), decine dei 500 invitati hanno cominciato a sentirsi male, accusando tremendi dolori all’addome, vomito, febbre e dissenteria.

A scaglioni hanno cominciato ad arrivare al pronto soccorso dell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania e per 20 di loro è stato ordinato il ricovero, mentre gli altri potranno curarsi a casa con la terapia prescritta loro dai medici.

Tutti lamentavano sintomi simili e la maggior parte proveniva proprio da Ascea, il paese degli sposi. Sabato sera, infatti, queste persone avevano partecipato tutte ad un matrimonio a Paestum, in una struttura locale molto conosciuta.

Molto probabilmente, a scatenare l’avvelenamento sarà stato del pesce crudo. Nella giornata di domenica, quindi a distanza di qualche ora, hanno cominciato a manifestarsi i malesseri, per alcuni così gravi da non sentirsi in grado neanche di recarsi in ospedale autonomamente, dovendo chiamare così l’ambulanza.

Sul caso indagano i carabinieri di Vallo della Lucania, i quali oggi procederanno agli accertamenti presso l’hotel in cui è stato festeggiato l’evento. Il capitano Mennato Malgieri è andato di persona nella struttura sanitaria per verificare le condizioni dei degenti.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli