16.7 C
Napoli
sabato, 3 Dicembre 2022

Padre Ludovico da Casoria è santo

Da non perdere

Ivana Leo
Collaboratore XXI Secolo.

Il 23/11/2014 sono stati proclamati da Papa Francesco dieci nuovi santi, fra questi anche Padre Ludovico da Casoria, beatificato il 18/04/1993 da Papa Giovanni Paolo II.

Padre Ludovico da Casoria, all’anagrafe Arcangelo Palmentieri nasce a Casoria l’11/03/1814 terzogenito di una famiglia povera. Il padre era un falegname e Arcangelo, il futuro Ludovico da Casoria, fino a diciotto anni svolge questo mestiere. All’età di diciotto anni entra in seminario e studia presso gli istituti religiosi di Sant’Antonio in Afragola, Sant’Angelo in Nola e San Pietro ad Aram in Napoli. Si specializza in filosofia e matematica e inizia la sua attività di insegnante presso l’ordine dei Francescani di Napoli.

Nel 1847 un episodio strano cambia la vita di Padre Ludovico mentre era in adorazione a una statua di Gesù Sacramento nella chiesa di San Giuseppe Ruffi a Napoli sviene e comprende che è ora di dare una svolta alla sua vita. Padre Ludovico decide di recarsi in missione in Africa e di aiutare i bambini. Nel corso della sua missione fonda l’Ordine delle Suore Elisabettine Bigie, suore dedite alla povertà e al sostegno dei bambini in difficoltà. L’ordine ancora tutt’oggi opera nel comune di Casoria aiutando i bambini di strada.

Padre Ludovico dedica tutto il resto della sua esistenza all’aiuto dei bambini in difficoltà e fonda a Posillipo l’Ospizio Marittimo che ospita tutt’oggi persone anziane sole.

Padre Ludovico muore a Napoli nel 1855, le sue spoglie sono conservate nell’ospizio Marittimo di Posillipo e fino al 30/11/2014 saranno esposte nella chiesa di Santa Chiara. Dopo probabilmente torneranno nella casa natale del Santo a Casoria.
La città di Casoria per omaggiare il Santo della città ha realizzato bandiere con l’immagine del Santo che sono state esposte su tutti i balconi e su tutte le vetrine dei negozi della città e tutta una serie di funzioni eucaristiche. Quattro pullman sono partiti stamane alle 4 per recarsi in Piazza San Pietro ad assistere dal vivo alla santificazione. Due maxischermi sono stati installati, uno nel cortile della casa natale del Santo e uno nella piazza principale di Casoria.

L’evento è stato motivo di unione per i cittadini casoriani legati in un unico abbraccio, l’abbraccio di San Ludovico da Casoria ai suoi cittadini. Da oggi anche Casoria ha il suo Santo autoctono.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli