15.8 C
Napoli
venerdì, 9 Dicembre 2022

Ostuni, crolla il soffitto durante la lezione: feriti due bambini

Da non perdere

Martina Boselli
Collaboratore XXI Secolo. Napoletana di nascita, laureata in Lettere Moderne è attualmente iscritta al corso di laurea in Filologia Moderna presso l’Ateneo Federico II. Ama la musica, la lettura e la grafica. Appassionata di scrittura vorrebbe poter un giorno pubblicare un suo libro e intraprendere una brillante carriera giornalistica.

Questa mattina ad Ostuni, una piccola scolaresca intenta a svolgere le solite attività scolastiche, si è ritrovata a doversi mettere in salvo perché dal soffitto sono caduti intonaco e calcinacci.

Così, una classe di seconda elementare dell’istituto “Pessina”, prima della fine delle lezioni, è stata costretta ad attendere  i soccorsi fuori al portone dell’istituto. Paura per due dei piccoli bambini e la maestra, che sono rimasti coinvolti in questa disavventura.

Per fortuna non sono gravi le condizioni di salute dei tre. Trasportati in ospedale, Luca – uno dei feriti – ha riportato alcuni punti di sutura ed ha raccontato che: “Stavamo incollando delle schede di matematica. Poi è venuto tutto giù il soffitto”. L’insegnante nel voler soccorrere e proteggere i suoi alunni è scivolata ed è stata sottoposta anch’essa alle medicazioni in ospedale.

Sul posto sono intervenuti soccorsi, carabinieri e anche il sindaco della città, Gianfranco Coppola, che si è recato in ospedale a far visita alle vittime ed ha imposto l’immediato sopralluogo nella scuola.

L’accaduto ha rivelato non pochi scontenti, anche perché proprio lo scorso 7 gennaio c’era stata l’inaugurazione dell’istituto che, fondato in periodo fascista era stato chiuso per ristrutturazione per 4 lunghi anni.

Molti genitori dopo aver saputo dell’accaduto si sono precipitosamente recati a scuola per poter prelevare i propri bambini e riaccompagnarli a casa, “Lì siamo certi che staranno bene e non gli potrà accadere nulla” afferma una madre.

Patrizia, la madre di Luca, al riguardo ha detto di essere rimasta allibita per quello che era successo, soprattutto in vista del fatto che la scuola era stata da poco ristrutturata.

Faraone_21_Secolo_Martina_Boselli
Faraone

 

Il sottosegretario all’istruzione, Davide Faraone, subito dopo l’accaduto ha twittato:  “Crollo del soffitto scuola di Ostuni. I lavori erano appena finiti. Accerteremo le responsabilità e chi ha sbagliato pagherà”.

L’accaduto ha fatto il giro del web, oltre di chiamate a ‘chi di dovere’ il Codacons ha ribadito che, purtroppo: “Questo non è il primo né sarà l’ultimo caso che si verifica in una scuola italiana, se si continuerà a non prestare la giusta attenzione al Piano generale di edilizia scolastica che obbligava il ministero dell’Istruzione ad adottare precisi provvedimenti al riguardo. Intanto gli istituti scolastici continuano a perdere pezzi, e speriamo non si debba arrivare – come sempre accade in Italia – ad una vera e propria tragedia per vedere finalmente ascoltate le nostre richieste in fatto di sicurezza”, conclude Carlo Rienzi, presidente del Codacons.

I rilievi tecnici all’interno dell’aula sono tutt’ora in corso.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli