17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

Ospedale Napoli chiude per festa primario,indaga l’Asl

L'Ospedale del mare di Napoli, è sotto i riflettori per una vicenda alquanto grave, ossia la chiusura di un intero reparto, per poter festeggiare liberamente, il neo primario Pignatelli. Una vicenda che ha portato alla sospensione (formalizzata stamane) del primario e per la quale è stata aperta un'inchiesta che chiarirà quanto è accaduto tra venerdì e sabato.

Da non perdere

Non solo l’ispezione dell’ASL ma anche i carabinieri, oggi nell’Ospedale del Mare a Napoli, per acquisire la documentazione sulle presenze del personale, dove ha fatto scalpore la notizia del reparto che sarebbe stato chiuso, tra dimissioni di pazienti, eventuali trasferimenti altrove, nelle ore in cui si svolgeva la festa del primario.

La parola ora passa agli ispettori inviati dall’ASL Napoli 1, saranno loro a verificare se la sera tra venerdì e sabato, il reparto di chirurgia vascolare dell’Ospedale del mare, di Napoli, sarebbe stato chiuso, con dimissione dei pazienti, per consentire a medici ed infermieri di prender parte ad una festa organizzata a Pozzuoli, dal neo primario Francesco Pignatelli, napoletano, con alle spalle interventi importanti; il medico attualmente sospeso dal servizio, in attesa di ulteriori verifiche, in una intervista ha smentito quanto si teme, ossia la chiusura del reparto, parlando invece di una serie di coincidenze, tra loro concatenate.

Il caso è stato denunciato dal consigliere regionale dei Verdi, Borrelli, componente della commissione sanità, a seguito di numerose segnalazioni ricevute. Il reparto di Chirurgia Vascolare del nuovo nosocomio, dichiara l’esponente dei Verdi «è stato chiuso con dimissione di tutti i pazienti nella notte tra venerdì e sabato scorsi per consentire a medici e infermieri di partecipare alla festa organizzata in un locale a Pozzuoli dal neo primario per celebrare il nuovo incarico».

Secondo quanto si apprende, l’intero reparto si sarebbe organizzato tra ferie, turni, malattie, affinchè nessuno mancasse all’evento, ipoteticamente dal neo primario. I pazienti, sarebbero stato dimessi o spostati in altri reparti.

Succede all’Ospedale del mare, struttura nuova nell’area est di Napoli, che quando andrà a regime, dovrà alleggerire l’enorme mole di lavoro che oggi grava sul Cardarelli di Napoli. Nell’ambito di quanto accaduto, e della denuncia di Borrelli, il direttore dell’ASL Napoli 1, Mario Forlenza, ha disposto la sospensione del neo primario, sospensione formalizzata stamane. Mentre gli inquirenti che indagano sull’incredibile vicenda, hanno aperto un’inchiesta che dovrà fare luce su quanto è accaduto e chiarire eventuali ruoli e responsabilità, in una vicenda che se confermata si rivelerebbe assolutamente grave.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli