domenica 23 Giugno, 2024
21.2 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

“Voglio guardarlo negli occhi e chiedergli perchè”. Omicidio ambulante, parla la moglie

Grande tragedia e cittadini sconvolti per quel che è accaduto a Civitanova Marche. La morte dell’ambulante ha fatto rumore.

Ha fatto molto scalpore in questi giorni la vicenda di Alika Ogorchukwu, il 39enne nigeriano ucciso per strada venerdi scorso a Civitanova Marche. Ad ucciderlo è stato un 32enne residente nel posto, originario di Salerno, Filippo Ferlazzo.

L’ambulante aveva riferito alla compagna di Ferlazzo le seguenti parole “Bella compra i miei fazzoletti o dammi un euro” e il fidanzato l’ha cosi aggredito prima prendendolo a calci e poi schiacciandolo con il bastone dell’ambulante. La reazione dell’uomo sarebbe dovuta a queste parole e secondo il legale di Ferlazzo l’uomo avrebbe interpretato tutto come un’offesa ai danni della fidanzata.

Ferlazzo era già stato condannato in passato per piccoli precedenti, ma ora è stato rinchiuso nel carcere di Montacuto.

Omicidio Ambulante, parla la moglie

Il video della brutale aggressione sfociata in omicidio ha fatto il giro del web ed in tanti hanno avuto una reazione indignata, soprattutto per il mancato intervento dei passanti. Charity Oriachi, moglie 35enne della vittima, ha rilasciato poche dichiarazioni, con gli occhi pieni delle lacrime versate per la morte del marito: “Voglio guardare quell’uomo negli occhi e chiedere perchè l’ha fatto. Perchè ha ucciso mio marito?”

La donna ha poi raccontato gli attimi precedenti alla notizia con un amico di famiglia che l’ha avvisata della tragedia. I due erano sposati e hanno un figlio di 8 anni. La città è sconvolta ed anche la sindaca della città ha espresso il proprio cordoglio alla famiglia dell’uomo.