24.4 C
Napoli
mercoledì, 6 Luglio 2022

Oggi nasceva Marilyn Monroe: un’icona del cinema

Ecco alcuni fatti accaduti alla stella del cinema.

Da non perdere

Marilyn Monroe, in origine Norma Jeane Mortenson, in seguito chiamata Norma Jeane Baker. Jeane a volte si scriveva Jean, nasceva il 1 giugno 1926 a Los Angeles, California, USA, attrice americana, protagonista di numerosi film di successo commerciale negli anni ’50 e considerato un’icona della cultura pop.

Marylin Monroe nasceva il 1 giugno 1926: un’icona della cultura pop, ma non solo

Marilyn Monroe ha ancora uno dei volti più riconoscibili di Hollywood, se non del mondo. L’attrice e modella è stata immortalata in opere d’arte, testi di canzoni, immagini iconiche e più magliette di quante anche il collezionista più devoto potesse contare. Ma la stessa immagine sexy che l’ha resa popolare l’ha vista essere respinta dagli attori seri che voleva impressionare. Ha lottato per trovare un amore duraturo e ha vissuto molte altre tragedie. Spesso si automedicava e lottava per trovare persone che la sostenessero che la guidassero lontano dai suoi demoni.

Monroe non era solo le sue tragedie. Facevano parte della sua vita, e occasionalmente bruciavano attraverso il suo personaggio hollywoodiano accuratamente curato. Comprendendo la tragica storia della vita reale di Marilyn Monroe, potremmo comprenderla meglio come persona anziché come volto.

Marilyn Monroe non ha mai conosciuto suo padre

La donna che il mondo riconosce come Marilyn Monroe è nata Norma Jeane Mortenson, il 1 giugno 1926, e battezzata Norma Jeane Baker. Baker e Mortenson erano i cognomi dei due ex mariti di sua madre Gladys Baker. (Monroe ha creato parte del suo nome d’arte usando il  cognome di Baker alla nascita, Monroe.)

Monroe non ha mai saputo chi fosse suo padre. Nel suo libro di memorie incompiuto My Story, ha scritto che sua madre aveva la foto di un uomo che assomigliava all’attore Clark Gable ma non voleva dire a sua figlia il suo nome. Ogni volta che la Monroe pensava a suo padre, immaginava Gable, al quale ha poi recitato al fianco nel suo ultimo film, The Misfits.

Nel 1981, il New York Times riferì che un uomo recentemente scomparso di nome Martin Edward Mortenson era stato in possesso di una copia del certificato di nascita di Norma Jeane Mortenson, nominandolo suo padre, insieme a documenti di matrimonio e divorzio tra lui e Baker. (Ciò era particolarmente interessante dato che nel 1962 il giornale aveva riferito che era morto nel 1929).

Tuttavia, Baker sosteneva spesso – e apparentemente la Monroe credeva – che il padre biologico di sua figlia fosse il suo ex collega alla Consolidated Film Industries, Charles Stanley Gifford. Quando è cresciuta, Monroe ha cercato di contattare Gifford diverse volte, ma si è rifiutato di parlarle.

Hugh Hefner ha pubblicato le foto di Marilyn Monroe senza il suo permesso

Il primo lavoro di Marilyn Monroe nel mondo dello spettacolo è stato quello di modella, che è servito da trampolino di lancio nei film. Ha firmato il suo primo contratto cinematografico con la Fox nel 1946, è stato abbandonato nel 1947 e ha firmato con la Columbia nel 1948, ma è stato ritirato di nuovo nello stesso anno.

Con la sua carriera di attrice instabile, Monroe ha lottato per pagare i suoi conti. Nel 1949 e ancora sconosciuta, accettò di posare nuda per il fotografo Tom Kelley in cambio di $ 50, di cui aveva bisogno per il pagamento dell’auto. Dopo che la carriera cinematografica di Monroe è decollata l’anno successivo, le foto e la merce su cui sono state stampate sono diventate famose.

Nel 1953, l’aspirante editore Hugh Hefner acquistò i diritti di una delle foto e ne fece il primo paginone centrale della sua nuova rivista, Playboy. Secondo il Washington Post, Monroe in seguito disse: “Non ho mai nemmeno ricevuto un ringraziamento da tutti coloro che hanno guadagnato milioni da una fotografia di Marilyn nuda”. Ha ammesso che, nonostante i nervi dei dirigenti della Fox, la sua decisione di essere onesta nello scattare le foto perché aveva bisogno di soldi alla fine ha dato un impulso alla sua carriera.

L’ossessione di Hefner per Monroe è continuata dopo la sua morte e la sua. Sebbene non l’abbia mai incontrata, nel 1992 ha acquistato la cripta accanto alla sua per $ 75.000.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli