5.9 C
Napoli
martedì, 31 Gennaio 2023

Officina 99 compie 24 anni e festeggia con i Foja

Da non perdere

Il Centro Sociale Occupato Autogestito, “Officina 99“, festeggia il suo ventiquattresimo anno di  vita, e lo fa in modo spettacolare: Sabato 9 maggio alle ore 18:00 prenderanno il via le celebrazioni per il compleanno dell’ormai storico centro sociale di Gianturco.

Si partirà con la mostra che racconta l’attività di Officina 99, che da quasi un quarto di secolo a questa parte opera mantenendo saldi i principi che hanno portato alla sua creazione: il bisogno di riappropriarsi di spazi abbandonati al degrado e all’indifferenza, la voglia di sperimentare esperienze diverse rispetto alla logica dominante, la volontà di acquisire il potere di decidere realmente come impiegare il proprio tempo libero trasformandolo in tempo liberato, la necessità di incanalare il dissenso contro istituzioni incompatibili con bisogni, emozioni e speranze di molti e quella di avversare l’individualismo e l’alienazione incalzanti nella società odierna oltre che ogni forma di discriminazione. Il rapido excursus, lungi dall’essere nostalgico, intende aprire nuove prospettive sull’attuale situazione del territorio. Infatti si discuterà anche circa l’attività del comitato di quartiere, tra i cui principali scopi perseguiti dai fondatori e dagli avventori di Officina 99 troviamo la vivibilità del territorio e la sicurezza sociale.

Subito dopo il dibattito inizierà la vera e propria festa: il Centro Sociale regalerà alla città un concerto “made in Naples” che si terrà in strada, tra la gente. Ad aprire le danze il “king di Bagnoli”, il rapper MC Mariotto, da sempre compagno di Officina 99. Il cantante, che ha da poco concluso il suo ultimo progetto “Old Posse Wants You”, precederà i The Gentlemen’s Agreement, gruppo composto da “gentiluomini” di Napoli e Caserta, che sedurranno il pubblico con il loro sound psycho-industrial-samba.

I più attesi della serata saranno sicuramente i Foja, band formata da quattro musicisti napoletani già nota al grande pubblico per la loro musica e per le grandi collaborazioni. In meno di dieci anni di carriera, infatti, questi artisti partenopei hanno già lavorato con Enzo Gragnaniello e Alessandro Siani, suonato al Giffoni Film Festival e all’apertura di alcuni concerti dei Subsonica, di Manu Chao, di Almamegretta e di Eugenio Bennato e scritto pezzi utilizzati come colonna sonora di film, uno dei quali si è aggiudicato la candidatura al David di Donatello come migliore canzone originale.

I festeggiamenti andranno poi avanti fino a tarda notte. Questo è il modo di Officina 99 per ringraziare quanti la rendono viva con la propria energia e la propria esigenza di esprimere diversità, ingredienti che la rendono luogo della contaminazione delle pratiche e delle idee dove “costruire un percorso di confronto e opposizione reale allo stato di cose presenti.”

image_pdfimage_print

Ultimi articoli