4shared
20.2 C
Napoli
sabato, 8 Maggio 2021

“Nuovo M5s, forza di sinistra, con Letta dialogo proficuo”, Conte ottimista

Una strada condivisa quella intrapresa da M5s e Pd, ma è ancora in stallo la situazione riguardante le alleanze alle Comunali

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

 

“Il nuovo Movimento 5 stelle potrebbe rivelarsi una forza politica senz’altro di sinistra. Se la destra è conservazione, M5s è stata la forza più determinata a modernizzare il Paese. C’è un clima proficuo di dialogo, unito alla determinazione di lavorare insieme per risposte concrete”, queste le parole dell’ex Premier Conte a “Verso le agorà” mentre Letta ha usato un’espressione differente, “Io, Giuseppe ed Elly Schlein in una piazza grande, davanti a tanti elettori. La gente capirebbe che siamo persone che si stimano; ciò consentirebbe ai cittadini italiani di avere fiducia in noi”.

Le intenzioni di cooperazione devono però fare i conti con lo stato delle cose, il primo banco di prova, le Comunali di ottobre, esclusa Napoli, non stanno dando i risultati sperati: le trattative sono quasi tutte al palo. “Viviamo le amministrative come una tappa, come una idea di convergenza che arriverà. L’obiettivo principale è essere vincenti nel 2023”, afferma Letta, quasi furbescamente.

Ma mentre il M5s pensa alla svolta, ieri, 30 aprile, sulle pagine Facebook di alcuni parlamentari espulsi dal Movimento 5 stelle, è comparso un post molto particolare, previsione della fine di un sogno per molti. E di un incubo per molti di più. Azione organizzata che arriva da senatori e deputati impegnati per non tradire il mandato dato. “Forse diventeremo un gruppo parlamentare ma, al momento, ci uniamo per mantenere vivi i valori originari del Movimento, che possono collocarsi soltanto all’opposizione di un governo simile.  Lavoriamo per strutturarci e coinvolgere più persone”, affermano.

Intanto si prepara a un altro reportage nel Sud del mondo l’ex parlamentare Alessandro Di Battista, il quale, terminata e presentata l’ultima fatica letteraria, partirà ancora una volta per tornare in Italia a settembre quando deciderà cosa fare del suo destino politico.

Farà qualcosa o se ne laverà le mani definitivamente? Rientrerà nel M5s di Conte o avvierà una propria carriera individuale? Il futuro del M5s, ad oggi, è più incerto che mai. Virginia Raggi, paciere del M5s, intanto ne attende il ritorno per la campagna elettorale nella Capitale.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli