Nubifragio in Sicilia, ingenti i danni

 Il nubifragio ha causato danni ingenti. Oggi, per evitare ulteriori problematiche, nelle zone colpite dal forte maltempo si è deciso di chiudere tutte le scuole.

nubifragio-in-Sicilia

Il maltempo si è abbattuto violentemente sulla Sicilia durante la notte scorsa.

Si è verificato un vero e proprio nubifragio.

Le zone più coinvolte sono quelle della Sicilia Orientale, il Messinese e il Siracusano.

Le strade erano totalmente allegate e si presentavano come fiumi in piena.

Il nubifragio ha causato danni ingenti. Oggi, per evitare ulteriori problematiche, nelle zone colpite dal forte maltempo si è deciso di chiudere tutte le scuole.

Nel Siracusano le zone più danneggiate risultano essere quelle di Francofonte, Lentini e la zona di Sigonella.

In queste zone sopracitate, nelle aree di campagna si sono registrati molti disagi. Qui le persone si sono rifugiate sui tetti delle case e sono state prontamente soccorse dai vigili del fuoco.

Attualmente i vigili del fuoco stanno effettuando tante operazioni di messa in sicurezza e di soccorso, in quanto la situazione non è ancora migliorata.

Gli interventi di soccorso stanno avvenendo sia per via terra che con l’utilizzo di elicotteri.

Per fronteggiare l’emergenza, sono giunti sulle zone maggiormente colpite dal nubifragio anche vigili del fuoco provenienti da Catania e da Palermo.

Nelle zone di grande emergenza sono giunti anche sommozzatori.

Risultano fortemente danneggiate dal nubifragio anche le zone di Ramacca, Palagonia, Agira e Scordia.

In queste zone sopracitate si sono verificati allagamenti di case e negozi.

A causa di tutti questi danni registrati, l’ Anas ha deciso di chiudere temporaneamente diverse strade come un tratto della SS417, Catania-Gela, in territorio di Mineo, la statale 385 di Palagonia e la SS280, Catania-Enna.

Per quanto concerne i feriti, la Protezione Civile regionale ha comunicato che fortunatamente non ci sono feriti.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO