domenica 23 Giugno, 2024
21.2 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Novità per WhatsApp: di cosa si tratta?

Novità per WhatsApp che annuncia la possibilità di poter avviare videomessaggi vocali in diretta. Ad annunciarlo è stato il fondatore del celebre social Mark Zuckerberg. “I videomessaggi sono un modo per rispondere alle chat in tempo reale e dire ciò che vuoi in 60 secondi. Crediamo che saranno un modo divertente per condividere momenti o dare una buona notizia”. È quanto spiegato dalla società.

I videomessaggi avranno un durata massima di 60 secondi e saranno presenti all’interno delle chat, proprio come i messaggi vocali. 

Inviare un videomessaggio sarà molto facile, è come se si volesse mandare una nota vocale; per crearne uno basterà cliccare per passare direttamente alla modalità video e tenere premuto per registrare. Nulla di più facile e rapido soprattutto, proprio questo ultimo aspetto è tra le cose che più interessano agli utenti: la rapidità. Riuscire a fare qualcosa, in questo specifico caso inviare un videomessaggio in breve tempo e con pochi semplici passaggi. È anche possibile scorrere verso l’alto per bloccare e registrare il video automaticamente.
I video verranno riprodotti nella chat in automatico senza audio. Per attivare l’audio, basterà toccare il video. “I videomessaggi sono protetti con crittografia end-to-end per garantirne la sicurezza. Abbiamo già iniziato a implementare i videomessaggi e nelle prossime settimane saranno disponibili per tutti”, è quanto ha dichiarato Meta. 

Questa nuova funzione è stata definita da WhatsApp un modo divertente per condividere in tempo reale le emozioni del momento. Trasmettere gioia, felicità, festeggiare “insieme” una ricorrenza, “partecipare” ad un evento.

Al momento i videomessaggi sono in fase di rollout e nelle prossime settimane saranno disponibili per tutti. Essi appariranno all’interno della chat stessa, in una bolla tondeggiante e si riprodurranno automaticamente, proprio come già avviene su Telegram, dove la funzione è disponibile già da un anno.
Dunque una “novità” che molti utenti già conoscono, ma che ora sarà disponibile anche su whatsapp.