15.7 C
Napoli
giovedì, 8 Dicembre 2022

Nostalgia di Mario Martone vince il titolo di film europeo dell’anno

Nostalgia di Mario Martone, tratto dal romanzo di Ermanno Rea e ambientato nel Rione Sanità, vince il titolo di miglior film europeo dell'anno

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Nel corso della 27esima edizione del “Capri, Hollywood the International Film Festival” il film “Nostalgia”, regia di Mario Martone e con la collaborazione di Ippolita di Majo, ha vinto il titolo di Film Europeo dell’anno. Ad annunciare la vittoria del film, con protagonista Pierfrancesco Savino, la presidente onoraria del festival e artista israeliana Noa.

Il film strappa un altro successo dopo la candidatura agli Oscar per l’Italia come miglior film in lingua straniera. Le nomination ufficiali arriveranno, da parte dell’Academy, il 24 gennaio 2023. Nel frattempo, però, il lungometraggio continua a raccogliere consensi internazionali. La proiezione a Los Angeles è stata un vero successo e, a breve, il film sarà rilasciato nelle sale cinematografiche newyorkesi.

Nostalgia di Mario Martone: la trama

La pellicola, ambientata a Napoli, precisamente nel Rione Sanità, è tratta dall’omonimo romanzo di Ermanno Rea pubblicato nel 2016 e racconta le vicende di Felice che, dopo 45 anni in viaggio per il mondo, torna nel suo quartiere natio. Il ragazzo, a soli 17 anni, era stato costretto a lasciare la sua amata città per l’amicizia con Oreste, malvivente giovanissimo che lo fa diventare testimone di un grave fatto di cronaca.

Il ritorno di Felice nella sua amata Napoli, significa per lui un ritorno a se stesso, a gli affetti che he lasciato indietro, come la madre ormai in fin di vita, e a quei rapporti con la malavita che tanto aveva desiderato lasciarsi alle spalle. Un omaggio alla città di Napoli, con le sue mille sfaccettature, le sue bellezze ma anche le sue incommensurabili tragedie sociali.

Il Rione Sanità non solo fa da sfondo alla vicenda, che non riguarderà solo Felice, ma anche un medico dell’Ospedale San Giovanni dei Poveri e Don Luigi Rega, un prete attivo sul territorio, ma ne è uno dei protagonisti.

Il film è stato prodotto da Picomedia, Mad Entertainment ed è stato distribuito in Italia da Medusa. Il protagonista, Pierfrancesco Favino, è candidato al titolo di miglior attore agli European Awards 2022.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli