4shared
8.4 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

“Noi e la Giulia” al cinema

Da non perdere

Claudia Camillo
Collaboratore XXI Secolo.

“Siamo la generazione del PIANO B. Lavorare in questo paese è cosi deprimente che quando allo schifo per il tuo lavoro si aggiunge quello per la città, inizi ad elaborare il tuo PIANO B”.

Poster “Noi e la Giulia”

In Italia anche la generazione dei quarantenni non ne può davvero più. La generazione di “privilegiati” che in questa epoca storica hanno un lavoro ma si sentono soffocare da molteplici fattori, la generazione che desidera con tutto il cuore darci un taglio e cambiare vita. Quarantenni spesso disillusi, con relazioni fallite ma che mantengono intatta, per loro fortuna, la capacità di sognare, di unirsi in società e di dare una svolta passando dal caos della città al fascino della campagna. Tutto questo è “Noi e la Giulia”, la nuova commedia targata Warner Bros Italia con la regia di Edoardo Leo in uscita al cinema il 19 febbraio. Fresco, simpatico e di notevole presenza anche il cast: Luca Argentero, Edoardo Leo, Claudio Amendola, Anna Foglietta, Stefano Fresi e Carlo Buccirosso ad insaporire una storia che farà sicuramente riflettere oltre che sorridere.

TRAMA: Diego (Luca Argentero), Fausto (Edoardo Leo) e Claudio (Stefano Fresi) sono tre quarantenni insoddisfatti e in fuga dalla città e dalle proprie vite, che da perfetti sconosciuti si ritrovano uniti nell’impresa di aprire un agriturismo. A loro si unirà Sergio (Claudio Amendola), un cinquantenne invasato e fuori tempo massimo, ed Elisa (Anna Foglietta), una giovane donna incinta decisamente fuori di testa. Ad ostacolare il loro sogno arriverà Vito (Carlo Buccirosso), un curioso camorrista venuto a chiedere il pizzo alla guida di una vecchia Giulia 1300. Questa minaccia li costringerà a ribellarsi ad un sopruso in maniera rocambolesca e lo faranno dando vita a un’avventura imprevista, sconclusionata e tragicomica. I protagonisti si uniranno anche in una resistenza disperata contro l’ingiustizia del pizzo, della camorra, realizzando quella ribellione, anche se disorganizzata, che noi tutti vorremmo fare se ne avessimo il coraggio.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli