25.3 C
Napoli
martedì, 9 Agosto 2022

Noel Gallagher: ancora critiche

Da non perdere

Ilario Canonico
Collaboratore XXI Secolo. Dopo la laurea in sociologia all'Università di Napoli Federico II, si appassiona ai temi delle dinamiche organizzative e dei mercati globali, continuando così i suoi studi nel campo della comunicazione strategica e d’impresa. Da sempre grande viaggiatore, curioso esploratore del sottobosco cinematografico e musicale, lettore accanito.

L’ex fondatore degli Oasis, Noel Gallagher, torna a far parlare di se e anche questa volta lo fa nel pieno del suo stile criticando pesantemente il mondo della musica attuale. In particolar modo in un’intervista rilasciata alla rivista settimanale britannica New Musical Express, Noel ha dichiarato: “I can’t live in a world where Ed Sheeran is headlining Wembley”, che tradotto vuol dire “non posso vivere in un mondo dove Ed Sheeran è headliner a Wembley“.

L’affermazione subito scatena la reazione del web, infatti sui diversi social network migliaia di commenti appaiono in appoggio o in rigida opposizione all’ex chitarrista degli Oasis. La critica di Noel è rivolta al fatto  che Ed Sheeran si esibirà per ben tre sere allo stadio di Wembley la prossima estate e più di preciso il  10, 11 e 12 luglio.

Ovviamente, come nei migliori show, arriva subito la risposta di Sheeran tramite il social network Twitter che, parafrasando, dice che lui in un mondo del genere invece può tranquillamente vivere e crede sia divertentissimo. L’ironica risposta del giovane cantante per il momento mette a tacere Noel che negli ultimi mesi non è riuscito a non criticare (scusate il gioco di parole) numerosi artisti.

L’affermazione di Noel comunque sembra essere rivolta direttamente a tutta la musica attuale. Egli ha piu volte lasciato intendere nell’ultimo periodo che rimpiange gli anni ’80 e ’90 quando le band indie cercavano di produrre musica di un certo tipo per contrastare la musica più commerciale che girava a quei tempi. Oggi invece secondo il cantante dinamiche di questo tipo non si verificano più e dubita che qualcosa possa cambiare entro il prossimo decennio.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli