Neonato muore cadendo dalle scale con il padre

neonato-muore-cadendo-dalle-scale-con-il-padre

Sabato 10 novembre 2018 è accaduta una vera e propria tragedia.

Un neonato, nato il 13 settembre 2018 era in braccio al papà, il quale ha perso l’equilibrio mentre era intento a scendere le scale.

Il piccolo bimbo ha urtato contro lo stipite di una porta, riportando un trauma molto violento.

Prontamente all’inizio il neonato è stato portato all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso e successivamente all’ospedale di Padova.

Purtroppo i medici di entrambi gli ospedali non hanno potuto fare nulla per salvare il neonato a causa delle sue gravi condizioni.

Il neonato di nome Martino è deceduto proprio sabato sera, giorno precedente il suo onomastico.

L’incidente si è verificato sabato in mattinata a Poderno di Ponzano, frazione capoluogo del comune di Ponzano Veneto.

I genitori del piccolo, insieme ai loro figli abitano in via Roma e sabato scorso si trovavano proprio nella loro abitazione, pronti per vivere un tranquillo week end in compagnia del loro piccolino.

Tuttavia la sorte ha voluto metterci il suo zampino, ponendo davanti a tale famiglia una grande difficoltà.

Il padre con in braccio il piccolo Martino, indossava delle ciabatte. Mentre dal piano superiore l’uomo stava scendendo a quello inferiore, una delle due ciabatte si è sfilata.

Di conseguenza si è verificata la perdita di equilibrio che ha comportato la tragedia.

Durante la caduta, il padre di Martino ha fatto di tutto per proteggerlo, ma tutto ciò è stato inutile.

Martino ha urtato violentemente contro lo stipite della porta.

I genitori subito hanno capito che la situazione era davvero grave in quanto il piccolo non si era messo a piangere e non aveva manifestato lamenti.

Così i genitori hanno trasportato urgentemente Martino in ospedale.

I medici dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso subito hanno capito la criticità della situazione ma non si sono voluti arrendere e con un elicottero hanno trasportato il piccolo presso l’ospedale di Padova, specializzato in neurochirurgia neonatale.

Anche qui i medici hanno tentato l’impossibile ma è stato tutto invano, in quanto le condizioni di salute del piccolo erano troppo gravi.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories