10.5 C
Napoli
lunedì, 30 Gennaio 2023

Nave cinese nelle acque di Castellammare

Spiegata la presenza di una nave cinese nelle acque stabiesi.

Da non perdere

Ieri, una motonave cinese, un modello Hua Yong Lang, è stata avvistata nelle acque circondati la cittadina di Castellammare di Stabia.

L’imbarcazione lunga 228 metri, larga 43 e con una stazza di 45349 tonnellate, proviene dal porto turco di Icdas ed è destinata a un’operazione di carico.

Sono state dunque smentite le voci secondo cui la nave sarebbe stata ormeggiata lì, per eseguire una serie di trivellazioni, allo scopo di ritrovare giacimenti petroliferi.

Costruita nel 2015, in Cina, nei cantieri navali di Guangzhou Shipyard, il piroscafo possiede la particolarità di essere semi affondabile, fino al ponte principale. Questa sua caratteristica le consente un’immersione che può raggiungere i 14 metri di profondità, senza che ne consegua il suo capovolgimento.

Grazie al riempimento delle sue casse di zavorra, la nave può difatti caricare una seconda imbarcazione, sul ponte.

Tra il due e il quattro novembre, avrà luogo l’operazione di semi affondamento del bastimento che consentirà a una seconda nave, già galleggiante, di essere posizionata sul ponte scoperto.

La Capitaneria del porto di Castellammare ha quindi chiarito la situazione, in merito alla comparsa della nave: “In pratica – spiega il comandante Ivan Savarese – la nave sarà semi affondata per caricare un’altra imbarcazione da trasportare altrove. È stato scelto quel punto nel Golfo di Napoli perché la profondità delle acque e la lontananza dalla costa permettono questo tipo di operazioni in perfetta sicurezza”.

Saranno proprio gli uomini del capitano Savarese a guidare la manovra, il comandante ha già rilasciato l’autorizzazione a tutte le unità coinvolte.

 

 

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli