4shared
12 C
Napoli
giovedì, 27 Gennaio 2022

Natale: gli stati d’animo che può provocare

Il Natale è un periodo dell'anno che non influisce sempre positivamente sulla salute e il benessere di alcune persone

Da non perdere

Il Natale non è solo una festa, ma è anche uno stato d’animo, un clima completamente diverso circonda giorni che lo precedono. Infatti, in questo periodo dell’anno tutto intorno a noi ci parla del Natale. Strade piene di luci colorate, vetrine addobbate, gente allegra e sorridente, un’aria, insomma piena di gioia.

Ma perché allora per alcune persone questo periodo dell’anno è caratterizzato da ansia, angoscia, stress? Un disagio che spesso scompare subito dopo il periodo natalizio.

Per molti Natale è sinonimo di malessere, tanto che oggi si arriva a parlare di “depressione natalizia” e come tutti i disagi anche questo affonda le sue radici nei vissuti passati legati ad eventi tristi che non è stato possibile rielaborare e che quindi tendono a riproporsi.
Questa depressione porta un senso di solitudine ed uno stress accentuato dovuti spesso a litigi familiari o al dover organizzare pranzi e cene perfette. Per alcuni sono “pesanti” lo shopping o il dover incontrare obbligatoriamente i propri parenti.
In questo periodo, è quasi obbligatorio dover mostrare il meglio di sé e di certo non provoca gioia e piacere, ma genera ansia e frustrazione.
Viene però una domanda spontanea: “perché proprio a Natale?”. Già Freud nei suoi scritti parlava di “Reazione da anniversario” ad indicare come in alcune ricorrenze possono riproporsi sentimenti o emozioni che poco o nulla hanno a che fare con quel periodo ma che invece sono legati ad eventi del passato che non è stato possibile rielaborare.
Inoltre a Natale spesso veniamo esposti a stimoli insoliti, una sorta di costrizione alla felicità portandoci paradossalmente ad essere infelici. È una “felicità a tutti costi” indotta da fattori esterni incompatibili con le emozioni legate all’inconscio e questo fa sì che nasca un senso di inadeguatezza rispetto agli altri generando un senso di colpa per la mancata gioia.
Capita, allora, di avere mal di testa, poco appetito, non dormire bene, diminuzione delle capacità di pensare. Tutti sentimenti che portano a vivere male un momento che intorno a noi è caratterizzato da felicità.
Di fatto, il Natale è un periodo in cui ci si possono concedere qualche piccolo lusso, si possono rinsaldare vecchi legami, vivere al meglio qualche giorno di ferie e spensieratezza.
Insomma, come per tutte le cose, anche il Natale ha dei vantaggi e degli svantaggi. Sta a noi bilanciare le due cose e non stressarci per i piccoli disagi che ci crea questa festa. E’ importante rispettare sé stessi, il proprio stato d’animo a favore del nostro benessere per goderci a 360° la bellezza di questa festa e i benefici che ne possiamo trarre.
image_pdfimage_print

Ultimi articoli