25.7 C
Napoli
lunedì, 4 Luglio 2022

Napoli,come si può battere l’ex macchina di Sarri

Da non perdere

Napoli – Empoli. Da Agosto non più una semplice partita, causa gli ultimi anni passati dall’attuale allenatore del Napoli Maurizio Sarri sulla panchina dei toscani. Ad oggi, la squadra allenata da Marco Giampaolo ha saputo ottenere ottimi risultati, creando un gioco molto bello e veloce, rendendosi capaci di conquistare ben 32 punti in 21 partite, piazzandosi momentaneamente all’ottavo posto. C’è una cosa che però i toscani proprio non riescono a togliersi di dosso, e cioè l’ombra del loro ex allenatore. Infatti, in molti ritengono che il gioco che esprimono gli azzurri empolesi, sia frutto dell’eredità lasciata da Sarri e questo non è lontano dalla verità. Molti di questi movimenti, di queste giocate, sono frutto di tutto quanto fatto di buono la scorsa stagione. Sono cambiati gli interpreti, certo, ma non l’essenza. E questo, contro il Napoli, all’andata è stato evidente. L’Empoli riusciva a chiudere bene il Napoli e poi ripartire per rendersi pericoloso. Cosa ci vuole quindi ai partenopei per poter prevalere contro questa squadra così spumeggiante. Esistono vari modi, ma non tutti sono applicabili al Napoli, ecco perché:

  • LA GIOCATA DI RAPINA.

 E questa è una modalità di gioco che vedremo difficilmente col Napoli, dato che il Napoli adora spaziare in campo creando una fitta rete di passaggi, ed in area di rigore si tende a giocare con colpi di finezza, poco sporchi, e mai così vicini alla porta(vedi il gol di Icardi). Quindi questa sarebbe sì un’ottima soluzione, ma potrebbe snaturare il gioco degli azzurri di Sarri.

  • GIOCARE DI PRIMA E PROVARE IL TIRO DA FUORI.

Altra soluzione per il Napoli potrebbe essere giocare di prima, l’Empoli se il ritmo è veloce va in tilt, dato che di solito tende come squadra a creare velocità di gioco, ma se è l’altra squadra a giocare in velocità, rimarrebbe chiusa in una gabbia da cui difficilmente riuscirebbe ad uscire, soprattutto contro una squadra abile nel palleggio. Il Napoli potrebbe velocizzare la manovra, ma seppur bravi nel palleggio, il Napoli tende a creare azioni in modo più lento di quello che servirebbe per imbrigliare l’Empoli.

  • FAR VALERE LA DIFFERENZA TECNICA SUPERIORE.

L’ultima soluzione per vincere Domenica contro la squadra di Giampaolo potrebbe essere quella più sicura, e cioè quella di imporre la propria forza, specialmente quella dei singoli. Da prendere in esempio il modo in cui la Juventus ha sconfitto l’Empoli, facendo valere i propri valori in campo senza mezze misure. Bisognerà quindi vedere il miglior Higuain e soprattutto la miglior difesa, che dovrà esser capace di anticipare gli insidiosi attaccanti avversari, e poi bisognerà annichilire le loro giocate a centrocampo, con Allan e Jorginho chiamati ad un lavoro non indifferente di rottura. Domenica non sarà facile, ma se il Napoli si ricorda di essere primo in classifica, la vittoria non sarà un’impresa ardua.

©Riproduzione riservata

image_pdfimage_print

Ultimi articoli