Napoli, è Verdi il primo acquisto degli azzurri

DeLaurentiis_Verdi_21secolo_Mario_Tramo
De Laurentiis-Verdi

Dopo una telenovela durata quasi sei mesi e un “presunto” rifiuto arrivato nella sessione invernale di calciomercato Simone Verdi è ufficialmente un calciatore del Napoli.

Cresciuto nelle giovanili del Milan, Verdi è il prototipo del calciatore che serviva al club azzurro: bravo a tirare le punizioni, abile al tiro e sopratutto ambidestro, caratteristiche che aveva portato il giocatore del Bologna ad avere diverse attenzioni su di se. Ciò consente al calciatore di giocare sia nel 4-3-3 a destra, come lo ha schierato recentemente in Nazionale Roberto Mancini, sia in tutti e tre ruoli nel 4-2-3-1, schema che, secondo le ultime indiscrezioni, il neo tecnico azzurro Carlo Ancelotti sarebbe propenso ad utilizzare.

Dopo alcune stagioni senza incidere a Torino, al Carpi ed a Empoli, e una breve esperienza in terra spagnola all’Eibar, il trequartista offensivo ha trovato la sua dimensione a Bologna dove in due stagioni ha collezionato 64 presenze e 16 gol, presenze dove il talento rossoblù è sempre stato protagonista, collaborando da calciatore principale alla salvezza della squadra di Roberto Donadoni.

Ieri pomeriggio dopo una lunga serie di controlli e dopo aver terminato le visite mediche a Villa Stuart il calciatore si è incontrato alla Filmauro con Aurelio De Laurentiis ed ha firmato un contratto di cinque anni.

Simone Verdi è il primo rinforzo di Carlo Ancelotti che, adesso, è in attesa di conoscere gli altri acquisti del calciomercato azzurro. In primis, serve trovare un vice Reina con il tedesco Bernd Leno in pole e subito dietro il portiere del Torino Salvatore Sirigu. A centrocampo il club lavora su Fabian Ruiz e Torreira, ma occorre definire prima il futuro di Jorginho e sopratutto di Marek Hamsik: il regista oriundo è ad un passo dal Manchester City mentre il capitano è richiesto da diversi club cinesi, ma De Laurentiis non si smuove dalla richiesta di 30 milioni di euro.

Saranno giorni caldi e decisivi per il futuro del nuovo Napoli di Carlo Ancelotti.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO