Napoli: un papà tenta il suicidio

Un trentacinquenne di Napoli, dopo aver lanciato la figlia di sedici mesi dal secondo piano, ha tentato il suicidio.

E’ accaduto quest’oggi, nei pressi di San Gennaro Vesuviano (Napoli): un uomo di trentacinque anni ha provato ad uccidersi.

Secondo le prime ricostruzioni pervenuteci, l’uomo era in casa con la coniuge: improvvisamente, alla moglie sarebbe stato richiesto esplicitamente di allontanarsi.

Dopo aver invitato la moglie a recarsi in un’altra stanza, il protagonista di questa tragica vicenda ha gettato nel vuoto la sua bimba di 16 mesi. Subito dopo, il padre di famiglia si è lanciato dal terrazzo.

La piccola è morta sul corpo, mentre l’aspirante suicida è stato ricoverato d’urgenza al Cardarelli.

Alla base di tale scelta ci sarebbe una crisi di coppia: marito e moglie, dopo diversi dissidi, stavano per separarsi.

Nel frattempo, i carabinieri indagano.

Seguiranno aggiornamenti.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO