4shared
20.8 C
Napoli
mercoledì, 22 Settembre 2021

Napoli-Sampdoria: formazioni e precedenti

 Al San Paolo ore 18 un'emozionante sfida tra Napoli e Sampdoria. Ancelotti conferma il 442 con Milik e Insigne, mentre i blucerchiati si affidano all'ex bomber partenopeo Quagliarella

Da non perdere

Raffaella Starace
Laureata in Lettere Moderne, classe '91. Nutre una forte passione per il calcio e per il "suo" Napoli, ma anche per il fantacalcio. Ama fare lunghi viaggi alla ricerca di nuove culture e tradizioni. Nel tempo libero c'è la musica latina e Tiziano Ferro a farle compagnia.

Oggi, 2 Febbraio ore 18, il San Paolo sarà teatro della sfida tra Napoli-Sampdoria,  a cui seguirà quella tra Juventus e Parma.

Mister Carlo Ancelotti intende ribaltare non solo il risultato deludente dell’andata, in cui gli azzurri hanno subito ben 3 reti, firmate dall’ex bomber napoletano Fabio Quagliarella (in goal da 11 partite consecutive) e G. Defrel; ma soprattutto bisogna cancellare la dura sconfitta subìta in Coppa Italia contro il Milan, dove Piatek, il nuovo “pistolero dei diavoli”, ha siglato una doppietta, regalando la semifinale a Gattuso.

Circa le probabili formazioni, il tecnico dei partenopei scenderà in campo con il solito 442. A proteggere i pali ci sarà nuovamente A. Meret; difesa composta da Malcuit a destra, Mario Rui a sinistra ed i soliti centrali Albiol e Koulibaly. A centrocampo, dal primo minuto, il ritorno di capitan Hamsik (protagonista di voci di mercato che parlano di un suo addio al Napoli), affiancato da Allan, mentre sulle corsie laterali agiranno Zielinski (in vantaggio su S. Verdi) e Callejon. Coppia d’attacco formata da Milik e Insigne, anche se il primo potrebbe essere scalzato dal belga Mertens.

La Sampdoria di Giampaolo arriva invece da un ottimo periodo: soltanto una sconfitta nelle 9 precedenti giornate di campionato, seguita da 5 vittorie e 3 pareggi. Out Praet e Caprari, gli undici blucerchiati scenderanno in campo così: a protezione dei pali Audero, riscattato dalla capolista Juve per ben 20 milioni di euro; difesa a 4 composta ai lati da Bereszynki e Murru e al centro dal tandem Andersen-Colley, anche se quest’ultimo lotta ancora con l’ex azzurro Tonelli per una maglia da titolare. Centrocampo che vede la presenza di Linetty, Ekdal e Jankto. Ramirez, infine, agirà da trequartista alle spalle della coppia Quagliarella-Defrel. Spera di entrare a gara in corso un altro ex napoletano, Manolo Gabbiadini, new entry tra i doriani, andato immediatamente in goal alla sua prima partita sotto la direzione di Giampaolo.

Sarà la sfida numero 104 tra Napoli e Sampdoria, nonché la numero 52 al San Paolo. I precedenti parlano chiaro: 23 le vittorie per i padroni di casa, 19 pareggi e soli 11 successi per i blucerchiati. L’ultima vittoria degli azzurri a Fuorigrotta contro la Sampdoria è avvenuta il 23 dicembre 2017, match conclusosi 3-2 (marcatori: Allan, Insigne e Hamsik per il Napoli; Ramirez e Quagliarella per la Samp). L’ultima sconfitta del Napoli al San Paolo risale invece al 19 aprile 1998, sfida terminata 0-2 (doppietta di Pierre Laigle). L’ultimo pareggio dei partenopei al San Paolo è datato, infine, 30 agosto 2015 : 2-2 tra le compagini (doppietta di Gonzalo Higuain per i primi e doppietta di Eder per i secondi).

E’ possibile seguire la partita sui canali Sky Sport Serie A e Sky Calcio 1.

.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli