4shared
3.4 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Napoli: riapre la sezione egizia del museo archelogico

Da non perdere

Il museo archeologico di Napoli è considerato uno tra i più importanti musei del capoluogo partenopeo. E’ considerato uno dei primi musei costituiti in Europa in un monumentale palazzo seicentesco tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento, e può vantare il più ricco e pregevole patrimonio di opere d’arte e manufatti di interesse archeologico in Italia. Al suo interno sono esposti oltre tremila oggetti di valore inestimabile in varie sezioni tematiche e conservati centinaia di migliaia di reperti databili dall’età preistorica alla tarda antichità, sia provenienti da vari siti antichi del Meridione, sia dall’acquisizione di rilevanti raccolte antiquarie, a partire dalla collezione Farnese appartenuta alla dinastia reale dei Borbone, fondatori del Museo.

La notizia più importante riguarda l’apertura della sezione egizia, seconda per importanza a quella conservata nel Museo egizio di Torino e che finalmente riaprirà al pubblico a partire dal 7 ottobre 2016. Ad annunciarlo il direttore Paolo Giulierini, durante la conferenza stampa della Giornata Internazionale della Guida Turistica che si è tenuta presso il Museo Archeologico alla presenza delle guide turistiche campane. Tra le altre novità l’allestimento della mostra “Mito e Natura”(precedentemente esposta a Milano) che si terrà presso il Salone della Meridiana il 15 marzo e coinciderà con la riapertura di due giardini storici del museo. In cantiere anche un progetto di creazione di itinerari turistici in collaborazione con le guide turistiche per collegare il museo agli altri luogi verdi della città come  l’Orto Botanico, il Bosco di Capodimonte ed i chiostri.

Non dobbiamo dimenticare che in occasione della Giornata della guida turistica 2016, a Napoli ed in Campania il 20 e il 21 febbraio, potremo visitare gratuitamente i luoghi più belli e caratteristici della città, in compagnia di guide turistiche esperte che ci guideranno alla scoperta dei luoghi più belli della Campania.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli