17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

Napoli, proiettile vagante colpisce una donna

Sono stati esplosi nel quartiere di Forcella, intorno alle 23 di ieri sera, i colpi di arma da fuoco che hanno portato al ferimento di una donna affacciata al proprio balcone di casa.

Da non perdere

E’ avvenuto la scorsa notte a Napoli, intorno alle 23, nella zona di Forcella a via Vicaria Vecchia, l’esplosione di colpi d’arma da fuoco da parte di ignoti che hanno portato al ferimento di una persona.

Anna Celentano, 52 anni, era affacciata al proprio balcone di casa quando un proiettile vagante l’ha colpita alla gamba destra.

La donna è stata velocemente portata all’ospedale Loreto Mare, dove i medici le hanno subito fornito assistenza.

Secondo i sanitari la ferita riportata alla gamba guarirà in 21 giorni, ma per adesso è ancora ricoverata in osservazione presso l’ospedale.

Le forze dell’ordine hanno ritrovato sul luogo dell’accaduto i bossoli di una 7×65.

Da una prima ricostruzione dei fatti, la donna avrebbe detto di aver visto due ragazzi su di uno scooter, non identificabili a causa del casco che copriva loro il volto, correre esplodendo colpi d’arma da fuoco in aria durante una “stesa”.

La “stesa” è una pratica, abbastanza vecchia, con cui i giovani camorristi, proprio attraverso l’esplosione di colpi d’arma nell’aria, rendono noto il loro predominio criminale su quella zona in particolare.

Questa usanza di sparare nell’aria raffiche di proiettili serve a infondere terrore nella zona.

Il suo nome, “stesa”, deriva proprio dal fatto che, quando questa avviene, tutti quelli che si trovano nelle vicinanze si stendono a terra per non essere colpiti.

Inoltre, questo tipo di azione intimidatoria, proprio nella stessa zona di Forcella, portò 14 anni fa, alla morte di una ragazzina, Annalisa Durante, colpita da un proiettile vagante mentre camminava per il suo quartiere.

 

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli