Napoli perde Mariarca. Ciao Loredana

Loredana Simioli , speakers de la Radiazza a Radio Marte, aveva 45 anni e combatteva da tempo contro una forma di cancro che nei mesi passati ella stessa presentò in un video " Io non ho vergogna", ove presentava la sua odissea tragicamente conclusasi oggi. Attrice e comica, Loredana è riuscita a divenire un personaggio nazional-popolare della televisione campana, con telegaribaldi tra gli anni 90' e 00', insieme a nomi come Biagio Izzo e Alessandro Siani.

Si è fermata oggi la guerra di Loredana Simioli, celebre attrice e comica di una spontaneità capace di far dell’ironia dei topos della napoletanità con un personaggio, divenuto ormai celebre a circa trent’anni di distanza, come “Mariarca” di Telegaribaldi.

Loredana, sorella del presentatore e noto speaker di Radio Marte Gianni Simioli, nei mesi scorsi rese pubblico attraverso un videoclip la sua battaglia contro il cancro, dal titolo “Io non ho vergogna”, ove l’attrice cercava di porre la sua esperienza come incoraggiamento e monito verso tutte le persone soggette alle sofferenze di una tal piaga, facendo appello alla speranza e alla gioia di vivere anche davanti al dolore.

Loredana ultimamente, infatti collaborava come speaker al programma radiofonico, insieme al fratello Gianni, ” La Radiazza”, ma in passato, oltre Telegaribaldi dove mosse i primi passi insieme al fiore attuale della comicità napoletana nata tra gli anni 90′ e 2000 come Alessandro Siani ha preso parte a numerose pellicole, come “Gorbaciof” diretto nel 2010 da Stefano Incerti, oppure “Troppo Napoletano” del 2016, a testimonianza della versatilità scenica del suo talento, al di là della tipica caratterista, lascia un vuoto nella comicità napoletana tinta rosa.

Ciao Loredana.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO