Napoli, la strana e pericolosa moda dei tuffi dal lampione Sul lungomare di Mergellina, gruppi di ragazzi si sfidano nel fare tuffi mettendo a repentaglio la propria incolumità

Siamo in piena estate e, come ogni anni di questi tempi, bisogna fare i conti con i pericolosi tuffi in mare da parte dei ragazzi, che mettono seriamente in pericolo la propria incolumità fisica. Ieri a Napoli, precisamente sul lungomare di Mergellina, nei pressi di Castel dell’Ovo, un gruppo di ragazzi si è divertito nell’effettuare tuffi dalla cima di un lampione.

Una moda bizzarra che si sta diffondendo in quella zona, dal momento che non si tratta della prima volta. Già lo scorso anno, gruppi di ragazzi si cimentavano in questi pericolosi tuffi.

Inizialmente, dal video che circola sui social, si pensava che risalisse appunto ad un anno fa. In realtà il video è attuale, come afferma il Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli: “Ad agosto 2019 pubblicammo un video simile a questo, infatti anche noi pensavamo che si trattasse di un filmato vecchio. Purtroppo non è così. Infatti, risalendo all’account social del nuovo video, risulta pubblicato ieri”.

Fortunatamente, finora, nessuno si è fatto male in seguito ai tuffi dal lampione. Tuttavia bisogna intervenire tempestivamente vietando questo tipo di comportamento, onde evitare guai peggiori. Come si dice in questi casi “prevenire è meglio che curare”.

Il territorio di Napoli vanta belle coste e spiagge. È bene che tutti possano goderne in totale serenità, senza andare a cercarsi pericoli inutili, che possono causare, nella migliore delle ipotesi, danni fisici.

La vita e la salute sono beni preziosi. Rispettiamoli.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories